Truffa. Si spacciano per disoccupati, vivevano in case Ater con il reddito di cittadinanza: famiglie rom denunciate

Nel campo altre famiglie avevano un allacciamento alla corrente elettrica abusivo

Martedì 11 Luglio 2023 di Redazione web
Truffa del reddito di cittadinanza e allacciamenti abusivi alla corrente elettrica: rom denunciati. Danno all'Inps e all'Enel per oltre 150mila euro

TREVISO - Percepivano il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti: danno di 150mila euro all'Inps. A conclusione di un'articolata attività di indagine sull'erogazione del reddito di cittadinanza alle famiglie rom residenti a Treviso e provincia, la Questura di Treviso ha accertato diverse posizioni di indebita percezione del sussidio ottenuto con dichiarazioni mendaci sulla residenza, la reale composizione del nucleo famigliare e l'attività lavorativa svolta e quindi la disponibilità di mezzi di sostentamento.

Padre e figlio finti disoccupati, avevano un alloggio ater a prezzo agevolato

Padre e figlioi si sono dichiarati disoccupati ma in realtà avevano svolto attività di commercio di auto vendendo in circa 4 anni ben 159 veicoli. I due avevano anche ottenuto un appartamento ater a canone simbolico alla luce del reddito dichiarato. Un'altra persona, dichiaratasi disoccupata e nullatenente, in 3 anni aveva comprato e venduto 67 veicoli mentre era agli arresti domiciliari. Le posizioni di indebita percezione del Reddito di cittadinanza sono state subito comunicate all'Inps che ha disposto l'immediata revoca del beneficio. In tutto sono state denunciate 13 persone per indebita percezione del reddito di cittadinanza, 11 per false attestazioni a pubblico ufficiale in relazione alle dichiarazioni mendaci inerenti le effettive residenze e la reale composizione dei nuclei famigliari e un soggetto per sostituzione di persona.  

Allacciamenti abusivi alla linea elettrica

Durante l'indagine, la Questura ha anche accertato alcune anomalie nei consumi delle utenze domestiche. E' stato acclarato che venivano emesse da anni fatture per importi medi di poche decide di euro a bimestre a fronte di un servizio di fornutrua di energia elettrica usata da 16 persone. Controlli fatti anch econ il personale tecnico dell'Enel che hanno portato ad accertare che cinque unità abitative presenti in un unico sito rom di Treviso ed occupate da altrettante famiglie, erano tutte allacciate abusivamente ad una rete elettrica da 10 anni con un danno stimato all'Enel pari a diverse decine di migliaia di euro.

Gli allacci abusivi alla rete elettrica sono stati rimossi e tutti gli ambienti sono stati messi in sicurezza e 10 persone sono state denunciate per concorso in furto aggravato e continuato di energia elettrica. 

Ultimo aggiornamento: 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci