Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dalla Provincia 6 milioni: «Per rendere più sicure 40 strade»

Lunedì 27 Giugno 2022 di Mauro Favaro
Dalla Provincia 6 milioni: «Per rendere più sicure 40 strade»

TREVISO - Oltre 6 milioni di euro per sistemare 40 strade. A tanto ammonta il fondo aggiuntivo stanziato dalla Provincia per migliorare la rete viaria della Marca. È una questione di sicurezza. E il Sant’Artemio non si tira indietro. Il nuovo “tesoretto”, destinato a ridurre le spese in capo ai Comuni, è stato finanziato con l’avanzo di bilancio. Si aggiunge ai 2,5 milioni e ai quasi 2,4 milioni già messi sul piatto tra il 2021 e nel 2022. «Era un impegno che avevo preso – spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia – assieme ai sindaci, pensiamo che questo sia il modo migliore per realizzare interventi di sicurezza con progettualità condivise». «Adesso concorderemo con i Comuni un cronoprogramma in base allo stato di avanzamento dei progetti – aggiunge – ricordo che con questa manovra sono stati finanziati tutti i 70 interventi presentati. Sommati ai 60 del biennio precedente, l’operazione ci consente di intervenire in ben 130 situazioni viarie a rischio». Il conto totale alla fine parla di un investimento complessivo sulle strade trevigiane pari a 50 milioni di euro.

L’ELENCO

Quali lavori verranno finanziati anche grazie al nuovo stanziamento da oltre 6 milioni? Il lavoro più consistente, almeno dal punto di vista economico, riguarda la costruzione di una nuova rotatoria lungo la strada provinciale 34 a Pieve di Soligo. L’opera vale 720mila euro. E il Sant’Artemio ne metterà 250mila. Si scende di poco a Vedelago. Qui si punta a realizzare un nuova rotatoria al posto dell’incrocio di Casacorba tra la provinciale 5 e via Silvio Giacometti, la strada che conduce verso le sorgenti del Sile, tra la Porta dell’acqua e il Gran bosco dei Fontanassi. Serviranno in tutto 700mila euro. La Provincia coprirà parte delle spese attraverso un contributo da 200mila euro. Servono 700mila euro anche per mettere in sicurezza le strade tra Ponzano e Povegliano. Il progetto prevede la riqualificazione di un tratto di via Camalò in località Barrucchella con la realizzazione di un attraversamento pedonale e di un percorso ciclopedonale da collegare a quello già esistente nella zona di Sant’Antonio. La Provincia farà la propria parte mettendo 250mila euro. A Chiarano verrà messo in sicurezza l’incrocio tra le provinciali 54 e 66. L’intervento che vale 690mila euro. Il Sant’Artemio parteciperà con un contributo da 250mila euro. A Montebelluna, di seguito, verrà realizzata una nuova rotatoria al posto dell’incrocio tra la provinciale 248 e via Giuseppe Di Vittorio. Il Sant’Artemio verserà 230mila euro su 460mila. Mentre a Istrana si inizierà a mettere in sicurezza l’incrocio della Ca’ Bianca, che registra numerosi incidenti, tra la provinciale 68, via Lazzaretto e via Monte Santo. A Valdobbiadene si punta sulla nuova rotatoria al posto dell’incrocio tra la provinciale 2 “di Erizzo” e la provinciale 28 “di Segusino”. Per i lavori servono 560mila euro. Il contributo della Provincia è stato fissato in 250mila euro.

LA GRADUATORIA

Scorrendo la graduatoria, a Portobuffolè verrà costruito un nuovo sottopasso sulla provinciale 50. Il costo complessivo è di 525mila euro. Anche qui la Provincia darà 250mila euro. E un contributo dello stesso importo, a fronte di una spesa prevista sempre pari a 525mila euro, riguarda i lavori per realizzare una nuova rotatoria anche a Fregona, in località Fratte, al posto dell’incrocio tra la provinciale 422 “dell’Alpago e del Cansiglio” con viale dell’Industria. Un contributo da 250mila euro andrà a Vittorio Veneto per la costruzione di un nuovo percorso pedonale protetto lungo la provinciale 35 “della Vallata”, in località Longhere (costo totale mezzo milione di euro). È stato confermato un contributo da 250mila euro anche per realizzare una nuova rotatoria a Zero Branco al posto dell’incrocio tra via Kennedy e via Primo Maggio, più la revisione dell’ultimo tratto di via Campocroce. I lavori valgono in tutto 500mila euro. Il Comune punta ad aprire i cantieri a settembre. Tra gli altri contributi, infine, ci sono 36mila euro (su 72mila) per un nuovo percorso protetto lungo via Piave a Paese, una delle strade più trafficate.

Ultimo aggiornamento: 08:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci