Irrompe coperto di sangue in pizzeria: «Papà ha accoltellato me e la mamma»

Lunedì 8 Luglio 2019 di Alberto Beltrame
25
ODERZO - Arrestato stamani Ahmed Adil, 60 anni, il padre marocchino di Oderzo accusato di lesioni gravissime e tentato omicidio. Il fatto  ieri sera dopo una lite in famiglia a Colfrancui: il 59enne  ha aggredito con un coltello la moglie e i due figli (un maschio e una femmina). Il più grave è il figlio, 34enne, che era scappato rifugiandosi in pizzeria.

LA DINAMICA Una lite in famiglia degenerata nel giro di pochi minuti, un coltello brandito per fare valere le proprie ragioni, e poi il fuggi fuggi fino in pizzeria da dove sono stati chiamati i soccorsi e il ricovero di 4 persone, una delle quali ferita all'addome in modo grave, in ospedale. È quanto accaduto ieri sera all'interno di un'abitazione in cui vive una famiglia di origini marocchine in via San Tiziano 34. «È stato il padre ad accoltellarli» hanno riferito alcuni residenti che si sono precipitati in strada sentendo le urla che provenivano dall'abitazione in cui abita il nucleo familiare. Una versione però che rimane tutta da verificare.

L'allarme è scattato verso le 20.30 di ieri sera quando dalla pizzeria Solopizza di via San Magno è arrivata la chiamata al 118. «È entrato un ragazzo tutto sporco di sangue - raccontano i titolari -. Stava scappando e cercava un rifugio. Aveva una profonda ferita all'addome e a un braccio. Non sappiamo cosa sia successo, ma c'è stato un litigio in casa, ed è spuntato un coltello. Abbiamo subito chiamato il 118 e aspettato l'ambulanza cercando di aiutarlo. Speriamo che se la cavi: la ferita sembrava profonda».
I SOCCORSI
Dall'ospedale di Oderzo è stata inviata in via San Magno, dove si trova la pizzeria, una prima ambulanza mentre nel frattempo un'altra persona rimasta ferita veniva trasportata in auto in pronto soccorso. Aveva solo ferite superficiali. Pochi minuti più tardi anche un terzo soggetto è stato centralizzato al Ca' Foncello e poi ancora una quarta persona, che ha subito delle lesioni arteriose. Stando a quanto emerso ad avere la peggio è stato un 34enne magrebino raggiunto da una coltellata all'addome che ha lesionato anche il fegato. È servito un immediato intervento in sala operatoria. È in prognosi riseravata Meno gravi, a quanto pare, le ferite riportate da altri due pazienti (tra cui una donna di 53 anni) mentre una terza persona è stata trasferita successivamente in elicottero a Treviso per ulteriori approfondimenti medici.
LE INDAGINI
I carabinieri della tenenza di Oderzo sono intervenuti pochi minuti dopo l'allarme lanciato dalla pizzeria e hanno sentito i vicini di casa della famiglia magrebina cercando di ricostruire con esattezza quanto accaduto. Nelle prossime ore, in attesa di conoscere le condizioni cliniche dei feriti, raccoglieranno anche le versioni delle persone ricoverate in ospedale. Di certo vi saranno conseguenze per chi ha impugnato la lama e ha accoltellato i familiari per motivi, al momento, ancora tutti da chiarire.
Alberto Beltrame
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 9 Luglio, 10:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA