Lettera di minacce al presidente dell'Aifa Giorgio Palu': nuove intimidazioni no vax

Sono in fase di valutazione le misure di protezione personale e dei luoghi frequentati dal professore

Lunedì 17 Gennaio 2022
Giorgio Palù
5

PADOVA - Lettera di minacce anche al professor Giorgio Palù, presidente dell'Aifa. Dopo Antonella Viola un altro virologo ha ricevuto una lettera anonima di minacce con matrice no vax. La lettera sarebbe arrivata nella sede del Dipartimento di medicina molecolare, a Padova, dove Palù ha il suo studio. Il virologo tuttavia vive nel trevigiano, e proprio qui avrebbe sporto denuncia ai carabinieri. Al momento dunque sono in fase di valutazione da parte delle prefetture sia di Treviso che di Padova le misure di protezione personale e dei luoghi frequentati dal professore.

 

Minacce no vax a Giorgio Palu'

La solidarietà del sindaco di Padova Sergio Giordani al professor Palù: «Apprendo ora che nuove minacce, espressione della follia no vax, sarebbero state recapitate via posta al Prof. Giorgio Palù - dice Giordani -  A lui esprimo ed esprimiamo la più totale solidarietà e vicinanza. Non dobbiamo consentire a chi cova questi deliranti propositi di avvelenare il clima in una situazione già di per sé assai difficile. Le minacce a medici e scienziati sono particolarmente inaccettabili perché specialmente a loro in dobbiamo i progressi e l'impegno che ci sta portando fuori dalla pandemia. Tutte le forze istituzionali, politiche e sociali sono chiamate a unirsi ed esprimere la più ferma condanna rispetto a fatti come questo. Sono molto fiducioso nell'operato delle Forze dell'Ordine per assicurare alla giustizia i criminali che si macchiano di questi atti».

 

La solidarietà di Zaia

«Ancora minacce e attacchi di violenza verbale che non possono essere giustificati da nulla, tantomeno dal voler contestare il lavoro di uno scienziato autorevole e impegnato in prima linea nella strategia di lotta contro il Covid come il professor Giorgio Palù. Esprimo al professore la totale vicinanza e tutta la solidarietà mia e dei Veneti». Questo il commento del Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, alla notizia che il presidente dell’AIFA e componente del CTS sarebbe stato destinatario di una lettera di minacce, spedita nei giorni scorsi all’Istituto di Medicina Molecolare dell’Università di Padova, sulla quale starebbero indagando i Carabinieri. «Conosco il professor Palù – prosegue il Governatore – e sono certo che non sarà scalfito da alcuna minaccia, proseguendo il suo lavoro con la consueta passione e quell’autorevolezza che lo pone in rilievo nel mondo scientifico. Rimane l’amaro in bocca per il clima che ogni giorno ci fa registrare episodi che rasentano l’estremismo e attacchi ingiustificati contro cittadini, esperti e amministratori». «Personalmente continuo a voler credere che deve prevalere il buon senso, rigettando ogni rischio che minaccia il libero confronto delle idee e il rispetto del lavoro altrui – conclude Zaia -. Confido nella capacità degli inquirenti per appurare i responsabili delle minacce ed assicurarli alla giustizia».

 

Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio, 11:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci