Daniele Gnoffo, morto in moto a 18 anni: chi era. Appassionato di motori e ciclismo

Giovedì 2 Novembre 2023
Daniele Gnoffo

Casco allacciato, mani sui manubri e ruota alta. Sullo sfondo gli amici che osservano ammirati l'impennata, a bordo strada, la stessa in cui ieri Daniele Gnoffo ha perso la vita. È la foto che il 18enne di San Fior aveva scelto per il suo profilo TikTok.

A riguardarlo oggi, quello scatto suona come un terribile presagio. Il ragazzo era appassionato di moto e non ne faceva mistero, anzi. Andava fiero delle prodezze che era capace di fare in sella al suo scooter nero e le mostrava sui social, insieme agli scatti dei raduni a cui partecipava. In un video lo si vede sfrecciare a ruota alta per via Galilei. A tradirlo potrebbe essere stato proprio questo sprezzo del pericolo, in sella al motard prestato da un amico.

IL QUARTIERE
I vicini di casa della famiglia del ragazzo, ieri sera, erano sotto choc. In via Baraccale luci sono spente al piano terra dove abitano i genitori del giovane diciottenne. Escono in molti dalle villette e si ritrovano davanti allentrata dellabitazione di Francesco e Valeria. La coppia, originaria della Sicilia, vive a San Fior da quasi ventanni. Due figli. Il papà autotrasportatore e la mamma casalinga. Le vicine di casa sono incredule: «Avrebbe compiuto gli anni a dicembre - racconta una vicina con gli occhi lucidi - . Siamo tutti devastati da questa notizia terribile piombata nella nostra via dove ci conosciamo tutti». In pochi minuti si forma un gruppetto di persone, per lo più donne. Si parlano e decidono di andare a Conegliano, all'ospedale, a cercare di portare un po di conforto ai genitori colpiti dalla più terribile delle notizie che possano arrivare in una famiglia che fino a ieri era serena e oggi deve immaginare una vita senza il sorriso del loro primogenito.


LE PASSIONI
Daniele era anche un ciclista. Per quattro anni aveva gareggiato con le società di San Vendemiano. Prima come allievo con il Veloclub San Vendemiano e poi con il Sanvendemiano Cycling Team tra gli Juniores. Con loro aveva gareggiato al Gran Premio Eccellenze Valli del Soligo e al Giro dell'Ain Bugey-Valromey in Francia. Nel 2021 il salto di categoria: era passato agli Under 23 vestendo la maglia del team padovano Work Service, con cui anche in questa stagione aveva affrontato alcune trasferte in qualità di accompagnatore. La notizia della sua morte ha annichilito i compagni di squadra, allenatori e dirigenti di ieri e di oggi. «Ci dispiace moltissimo - commenta Matteo Ottavian, vice presidente del Veloclub di San Vendemiano -. Anche se lo avevamo perso di vista quando ha cambiato società, Daniele ci è rimasto nel cuore. Era un bravo ragazzo e un atleta che si impegnava sempre molto. Non ha mai avuto problemi con i compagni di squadra. Aveva un carattere socievole, allegro. Amava la bicicletta ma gli piacevano tanto anche le moto. Siamo davvero sconvolti. È terribile perdere un ragazzo così».


IN LUTTO
Il cordoglio è unanime, sia nel mondo del ciclismo, sia nella comunità dove il 18enne è nato e cresciuto. Il parroco don Domenico Valentino lo aveva incrociato quest'estate al Grest: «È venuto per un passaggio. Lo conoscevo di vista: mi dava l'impressione di un ragazzo solare, a cui piaceva stare in compagnia. Ci stringiamo al dolore della famiglia, in questo momento difficilissimo. È il secondo lutto in pochi giorni: abbiamo pianto la scomparsa di una 49enne che si è tolta la vita. Oggi quest'altra tragedia: uno dei nostri ragazzi morto a soli 18 anni. Siamo affranti». Il parroco si metterà in contatto con la famiglia nei prossimi giorni per portare una parola di conforto nell'ora più buia. Lo stesso farà il sindaco Giuseppe Maset, in segno di vicinanza ai genitori e al fratello minore, colpiti dal gravissimo lutto. Erano convinti di vederlo tornare a casa, dopo un pomeriggio trascorso con gli amici. Invece poco prima delle 4 sono stati loro a correre in via Galilei, catapultati all'improvviso nel peggiore degli incubi. (Pdc / Mep).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci