Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cervo piomba sulla strada, fa lo slalom fra le auto e sbatte contro una casa

Martedì 1 Marzo 2022
Cervo piomba sulla strada, fa lo slalom fra le auto e sbatte contro una casa

SAN VENDEMIANO - Incontro particolare ieri mattina a San Vendemiano per alcuni passanti che hanno visto correre qua e là un bell'esemplare di cervo. L'avvistamento è avvenuto poco dopo le 10 lungo via Longhena, poco distante dalla Statale 51. È stato immortalato in un video, realizzato con uno smartphone e poi finito nei social. Nel filmato si può vedere il cervo che attraversa la strada per poi sbattere addosso alla recinzione di un'abitazione. Secondo una testimone, l'animale «è uscito dal viale decorativo alberato di villa Lippomano, tenuta Maschio, in via Longhena. All'interno della tenuta c'è della fauna selvatica. Ha dunque saltato un fossato ed è andato un po' su e giù tra la strada e il fossato in direzione Gai. Partendo dal confine con Conegliano è arrivato all'altezza del passaggio a livello di San Vendemiano facendo lo slalom tra le auto».


IL PRIMO CITTADINO

Conferma il sindaco di San Vendemiano Guido Dussin: «L'esemplare mi risulta essere stato ferito di striscio da un furgone di passaggio: non ci sono stati danni al mezzo né al conducente. Il cervo è scappato subito, verso sud, credo verso Mareno di Piave o Vazzola, non lo so di preciso. So ad ogni modo che l'esemplare era piuttosto nervoso e impaurito, non trovandosi nel suo habitat naturale. Avendo attraversato la statale ha rischiato grosso. E naturalmente poteva essere causa di incidenti». Episodi come quello di ieri a San Vendemiano, con animali selvatici in zone urbane, si stanno moltiplicando negli ultimi tempi. Lo scorso 16 dicembre, ad esempio, aveva creato scalpore l'episodio della cerva entrata in municipio a Valdobbiadene. Solo pochi giorni prima si era verificato un incidente a Pederobba, sulla Feltrina, in seguito all'attraversamento della strada da parte di un cervo. Un paio di settimane prima, situazione analoga lungo la panoramica sul Montello. Ma anche il centro di Biadene di Montebelluna era stato teatro di presenze simili.


LE IPOTESI

Come segnalano gli esperti, molti di questi animali con il freddo intenso in montagna si spostano più a sud in cerca di cibo. E in un contesto per loro non abituale rimangono spaesati. Ecco perché ieri a San Vendemiano l'animale era così nervoso. Ma cervi in città non ci sono solo d'inverno. Lo scorso 29 giugno un grosso esemplare di cervo femmina era stato filmato mentre correva in centro a Treviso. Un altro esemplare poi era stato segnalato molto più a sud, in centro a Motta, nel giugno 2019. (gr)

Ultimo aggiornamento: 2 Marzo, 08:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci