Cappelletto, la dinasty delle scarpe: da Signore e Signori ai vip

Lunedì 8 Gennaio 2018 di Elena Filini
Alessandro Cappelletto
3

TREVISO - E' partito a vent'anni con la Motoguzzi e le calzature legate con le stringhe. E si è innamorato di quell'angolo di piazza, il salotto buono della città, dove la scarpa erano uno status symbol. Il negozio di Germi e Signore e Signori. Da quelle vetrine ha poi visto la Marca cambiare. E sotto le mani, gli sono passati i piedi più importanti di Treviso: da Zaia a Manildo. Fino a Gentilini, con quel suo piede importante e non facile da vestire. 

Cappelletto calzature festeggia 70 anni di attività: una saga famigliare tra suole e cuoio che porta con sè molti anniversari. I novant'anni di Aldo Cappelletto, fondatore della società di famiglia, i 50 di suo figlio Alessandro, che oggi ha le redini dell'attività, i 40 della moglie Elisa, architetto e anima della parte web. Ma anche i 60 anni di matrimonio tra Aldo ed Ofelia, che ancora oggi abitano l'appartamento sopra il negozio, in diretto contatto con la piazza e i suoi umori. La quinta elementare, un mestiere da calzolaio e la voglia di affermarsi nella vita: così Aldo è arrivato nella Treviso del Dopoguerra. E ha subito puntato le celebri vetrine di Signore e Signore. «Era affascinato da quell'angolo- racconta il figlio Alessandro- e con la sua perseveranza riuscì a convincere la vecchia attività calzaturiera a cedergli gli spazi. Poi ci siamo ampliati e abbiamo cambiato l'ingresso, direttamente sulla piazza, disegnato da Elisa». 

Aldo Cappelletto apre l'attività il 2 gennaio 1948 come ambulante. Figlio di agricoltori, si mette in spalla un po' di scarpe e con il Motoguzzi inizia a fare mercati. Poi arriva il primo negozio a Mestre, oggi in tutto la famiglia possiede dieci negozi, due nella società di Alessandro, gli altri ai cugini. 
«Il negozio di Treviso è stato acquistato nel 1975. Da allora, piano piano, siamo entrati nel cuore dei trevigiani. Ma non solo. Abbiamo clienti da tutta Italia, dalla Germania, dall'Austria, persino dalla Nuova Zelanda. Cosa trovano qui? Calzature oltre le mode e le griffe. Cose belle e durature». 

Tra i clienti fissi numerosi vip: Antonello Venditti, Beppe Grillo, grandi sportivi, calciatori, sciatori. In passato Giorgio Gaber e....
 
 

Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio, 08:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA