Baby gang distrugge campo da padel: 4 identificati

Martedì 27 Luglio 2021 di Brando Fioravanzi
La rete del campo da padel La Carlotta di Caser distrutta dai vandali
1

CASIER - Baby gang danneggia il nuovo campo da padel, inaugurato solo lo scorso mese di maggio, presso gli impianti sportivi comunali “La Carlotta” di Via Fratelli Cervi a Casier. L’episodio è avvenuto tra le 18 e le 19 di domenica quando un gruppo di circa sei giovani ha dal nulla divelto i due cancelletti di legno che impediscono l’effettivo accesso al campo negli orari di chiusura del centro.

IL DANNO

Un danno di almeno 500 euro quello provocato, tanto che ha subito mandato su tutte le furie il gestore dell’impianto, Ivan Schiavinato: «Qui si tratta di un vero e proprio atto vandalico. Invito perciò i responsabili a presentarsi quanto prima da noi al “Carlotta” per autodenunciarsi e risarcire i danni causati. Se nessuno si presenterà, sarà presentata regolare denuncia presso le autorità competenti visto che i responsabili sono stati sempre ripresi dalle telecamere dall’impianto di videosorveglianza, dall’inizio alla fine». Le immagini registrate parlano chiaro: si vedono difatti quattro ragazzini penetrare all’interno del centro dal lato del campo sportivo, per poi dirigersi verso il campo da padel e qui mandare in frantumi le due cancellate a protezione dell’intrusione di estranei.

I FILMATI

«Una volta all’interno il gruppetto ha iniziato a giocare con un pallone, calciando spesso violentemente contro le vetrate, la rete e le due cancellate. Si vede persino la palla uscire dal campo e venire ributtata al centro da due ragazzine sedute sotto il gazebo – continua un deluso Schiavinato – Si tratta evidentemente di giovani residenti in zona e già conosciuti dalla comunità, membri di una sorta di baby gang locale dedita ai furti di bici nelle zone adiacenti al supermercato e alla chiesa, tanto che spesso le utilizzano solo per spostarsi da un punto all’altro della città finendo poi per abbandonarle nei fossati. Questa situazione deve dunque finire».

IL SINDACO

Un appello, quello di Schiavinato, raccolto subito dal sindaco Renzo Carraretto: «In passato avevo chiesto ai gestori del Carlotta di installare delle telecamere proprio per situazioni limite come questa, soprattutto in un momento storico post-pandemico in cui i giovani trovano difficoltà a sfogare le loro energie. Si tratta di una “bravata” che però ha danneggiato un bene pubblico di fresca inaugurazione. Per questo – continua il primo cittadino di Casier -, una volta individuati dovremo parlarci per capire le motivazioni del gesto, confrontandoci anche con le loro famiglie. In ogni caso, continueremo a monitorare l’area ma chiedo comunque ai cittadini di segnalarci ogni comportamento illecito». «Prossimamente andremo ad installare altre due telecamere – chiosa, infine, Schiavinato – Sono stufo, non posso continuare a rimetterci per colpa di ragazzini vandali. In passato, infatti, un paio di volte ho scoperto dei giovani che entravano abusivamente nei campi di calcetto così come altri mi hanno rotto le panche del gazebo. A questo punto sono persino orientato a chiudere al pubblico tutto il centro in determinati orari, perché situazioni del genere non sono più sostenibili». 

Ultimo aggiornamento: 08:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA