Stupro di Jesolo. Zaia: «Preso un delinquente e infame»

Sabato 25 Agosto 2018
21

«Un delinquente e un infame assicurato alla giustizia è sempre un momento di soddisfazione. Per questo vanno le mie congratulazioni alle forze dell'ordine ma questo triste fatto è anche una occasione per dire che questi violentatori, questi infami "eroi della penombra" che violentano una minorenne peraltro appena conosciuta, devono essere mandati a scontare la pena a casa loro perché nei loro paesi la pena è una pena». Lo ha detto Luca Zaia, Governatore del Veneto, dopo l'arresto del senegalese che avrebbe abusato di una 15enne a Jesolo (Venezia).

«Io spero che il Parlamento, anche per dare forza all'azione delle forze dell'ordine - ha aggiunto Zaia -, dia quanto prima un bel giro di vite con dei veri inasprimenti delle pene. Ne abbiamo piene le scatole di attenuanti, discorsi inutili su infanzie difficili e altre cose del genere: un violentatore è una persona che commette uno degli atti più infami contro un'altra persona, a maggior ragione se pure gravato da altri precedenti. Penso che in casi come questi la pena debba essere esemplare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA