Autonomia. Il ministro Stefani :«È ​nel contratto, il M5s sia coerente»

Lunedì 18 Febbraio 2019
17

«L'autonomia è nel contratto e so che l'M5s ha sostenuto le ragioni del referendum in Veneto e Lombardia, credo che bisogna essere coerenti». Lo ha detto a Radio Capital il ministro per le Autonomie, Erika Stefani.

«Se non passa l'autonomia la Lega ​si troverà con le ossa rotte»

«Ho ascoltato perché è giusto sentire anche opinioni diverse - ha aggiunto rispondendo a una domanda sull'ipotesi di modifica della legge sulle Autonomie -, ma se un'intesa è firmata anche dal presidente del Consiglio, com'è possibile fare un emendamento e imporre a una delle contraenti la modifica del contratto?».

Dello stesso parere il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, che ha parlato a margine della fondazione Tosi: l'autonomia è un tema centrale per il Governo, più del caso Diciotti, e la Lega ha «fiducia» che venga realizzata. «L'autonomia faceva parte del programma di governo e deve essere fatta bene. C'e una discussione in corso e anche lì abbiamo fiducia perché è quello su cui hanno votato i cittadini delle 2 Regioni. L'hanno chiesto anche quelli dei cinque stelle in Veneto e Lombardia che hanno appoggiato il referendum».

Ultimo aggiornamento: 11:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA