Domenica 17 Febbraio 2019, 14:25

Il retroscena: Di Maio prende tempo. Salvini, "mani legate" fino a marzo

PER APPROFONDIRE: autonomia, retroscena, veneto
Il retroscena: Di Maio prende tempo  Salvini, "mani legate" fino a marzo

di Alberto Gentili

Le sorti dell'autonomia differenziata sono strettamente legate al destino di Matteo Salvini. Il capo della Lega, dopo il brusco stop imposto giovedì sera dai 5Stelle alla riforma, aveva chiesto «entro una settimana» un vertice politico per ottenere il via libera all'autonomia per Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Ma domani il popolo grillino vota sulla piattaforma Rousseau se concedere o meno l'autorizzazione a procedere contro di lui per il caso Diciotti. E anche se com'è probabile passasse il no, il ministro dell'Interno dovrebbe attendere il voto dell'Aula del Senato per potersi considerare al sicuro. «E non si battono i pugni sul tavolo, né si minaccia la crisi», dice un esponente di peso del Carroccio, «se prima non è stato messo in salvo Matteo...». Fino a metà marzo Salvini avrà le mani legate, insomma, a meno che dal voto su Rousseau non saltasse fuori un sì all'autorizzazione a procedere. In quel caso la «guerra nucleare», per usare una definizione di un altro dirigente leghista, esploderebbe. E
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il retroscena: Di Maio prende tempo. Salvini, "mani legate" fino a marzo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-02-17 17:37:55
Fino a marzo con le mani legate? E' il colmo per un vicepresidente del consiglio indagato che rischia di finire "ammanettato".
2019-02-18 17:57:13
Manovre della Politica Italiana (con i magistrati LOCALI che fanno POLITICA con il sostegno anche di "alcuni" al governo).