Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ancora roghi nel bosco sopra Sarone. Crescono i sospetti su un piromane

Lunedì 15 Agosto 2022 di Redazione
Le operazioni di bonifica

CANEVA Ancora roghi a Caneva, ancora sospetti sulla natura del rogo. Ieri, domenica 14 agosto, verso le 16.30, sono bruciati circa 8mila metri quadrati di sottobosco e boscaglia in località Lama di Carpen. L’incendio spento dai Vigili del fuoco con la collaborazione dei volontari delle squadre antincendio della Protezione civile. Sul posto intervenuti anche i carabinieri della stazione Sacile e il corpo forestali, che stanno effettuando accertamenti per risalire alle cause del rogo.

Non sono state coinvolte abitazioni, anche se le fiamme non erano distanti da alcune case. Le fiamme sono state domate in tempi strettissimi anche grazie alla Protezione civile di Caneva e di Aviano, che altrettanto velocemente hanno portato a termine le operazioni di bonifica.

A Lama di Carpen non è la prima volta che scoppia un incendio a bordo strada e poi si propaga verso il bosco. Il sospetto è che sia opera di un piromane che periodicamente torna in azione. Ed è per questo che gli accertamenti delle forze dell’ordine saranno molto accurati. L’obiettivo è mettere fine a questi roghi che, complice il periodo di grave siccità, possono costituire un pericolo per le abitazioni e per la fauna selvatica. In caso di incendio boschivo bisogna contattare la sala operativa della Protezione civile al numero 800500300. Ieri la densa cortina di fumo che si levava sopra Sarone ha spinto molti abitanti a dare l’allarme. Questo ha permesso di intervenire in tempi rapidi e impedire che l’incendio provocasse danni maggiori.

Ultimo aggiornamento: 07:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci