Azzano Decimo. I Comuni restano senza neurologo: trasferito e non sostituito

Sabato 24 Febbraio 2024 di Mirella Piccin
I Comuni restano senza neurologo: trasferito e non sostituito

AZZANO DECIMO (PORDENONE) - «Condivido la forte preoccupazione dei familiari dei pazienti affetti da Alzheimer e altre malattie dementigene per l'imminente trasferimento, senza sostituzione, del neurologo dell'Asfo, punto di riferimento di chi risiede nei comuni degli Ambiti di Azzano Decimo, Sacile, Cordenons e San Vito al Tagliamento». Ad affermarlo è il consigliere regionale Marco Putto (Patto per l'autonomia Civica Fvg) che ieri ha depositato un'interrogazione con la quale chiede alla Giunta di Massimiliano Fedriga, quali soluzioni prevede per fronteggiare la criticità conseguenti all'imminente trasferimento della figura del neurologo dell'Asfo, e quando sarà assegnato un nuovo professionista.


L'APPELLO


Putto spiega: «Considerando quanto tali malattie necessitino di continua assistenza, soprattutto nelle manifestazioni più gravi, che comportano anche alterazioni comportamentali potenzialmente pericolose per il malato stesso e per i familiari che lo accudiscono, la gestione di farmaci ad hoc può essere prescritta solo da un neurologo.

Una figura indispensabile che, come l'attuale continua Putto -, può creare un rapporto di conoscenza e fiducia con il malato e i familiari, producendo un servizio efficace sul territorio, che nel concreto porta a ridurre gli accessi al Pronto Soccorso o le chiamate urgenti ai Servizi sociali». Putto segnala infine che «dal 2022, il neurologo in servizio al Distretto Socio-Sanitario di Azzano, cooperava strettamente con i Servizi sociali dell'Ambito Sile-Meduna e l'Associazione familiari Alzheimer Pordenone, con l'obiettivo di fornire informazioni e supporto continuativo. Una fondamentale presenza, che permette di gestire i vari casi a domicilio, garantendo una migliore qualità di vita al malato di demenza, e al nucleo familiare che lo assiste».


L'ASSESSORE


In merito alla questione il vice sindaco e assessore alle politiche sociali, Giacomo Spagnol sottolinea che «il tema non è di competenza del Comune». E precisa: «come amministrazione comunale siamo molto attenti a queste tematiche, per questo motivo già a gennaio, quando ci arrivò la notizia delle possibili dimissioni di un medico neurologo che seguiva anche il territorio di Azzano Decimo, ho chiesto in forma scritta al direttore dell'Asfo, come intendeva procedere l'Azienda sanitaria per risolvere la situazione, e non far venire meno la continuità di questo importante servizio. Il direttore dell'Azienda sanitaria durante l'assemblea per l'approvazione del Piano attuativo 2024 dell'Asfo spiega Spagnol - ha risposto che il servizio non verrà meno, e che a marzo sarà effettuato il concorso per un nuovo neurologo. Questa notizia ci ha rassicurato, in quanto stiamo lavorando per l'integrazione sociosanitaria nel nostro territorio, ed avere una figura simile che collabori attivamente anche con il Centro diurno, sull'aspetto delle demenze è di fondamentale importanza. Ed infine, sottolineo che la neurologa in questione non è stata trasferita dall'Asfo, ma si è dimessa per motivi personali».


LE NOMINE


E sui distretti senza dirigenti, sempre ieri il consigliere regionale Nicola Conficoni (Pd) ha presentato un'interrogazione chiedendo alla giunta regionale di chiarire i ritardi nell'individuazione dei direttori dei distretti sanitari nel Friuli Occidentale: «Il potenziamento e l'attenzione verso la sanità territoriale resta solo nelle parole di chi, da sei anni, governa il Fvg e la salute pubblica. Diversi distretti, in particolare nel pordenonese, sono azzoppati perché privi di dirigenti, la cui nomina è stata solo annunciata dall'assessore Riccardo Riccardi. A trovarsi in questa situazione sono in particolare il distretto del Noncello con un direttore ad interim, quello del Sile con un sostituto, quelli del Tagliamento e delle Dolomiti friulane con un facente funzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci