In ospedale si taglia con lamette e minaccia: «Ho l'Hiv». Stordito con il taser

Mercoledì 5 Dicembre 2018
24
PADOVA - Intorno a mezzogiorno e mezzo un tunisino irregolare, con precedenti per spaccio, T.K. di 32 anni, dopo aver litigato con la fidanzata, ha iniziato a dare in escandescenze minacciando il suicidio  urlando come un folle in via Annibale da Bassano, nel quartiere Arcella. I carabinieri del Norm sono intervenuti e per bloccarlo hanno dovuto utilizzare lo spray urticante, quindi è stato portato in pronto soccorso dall'ambulanza. Una volta in ospedale, il tunisino, uomo molto corpulento, ha continuato a tagliarsi con la lamette che nascondeva in bocca, assicurando di essere sieropositivo e minacciando, con la lametta e con una siringa, poliziotti, carabinieri e personale medico. Visto che sembrava impossibile fermarlo, è intervenuto anche un agente delle Volanti dotato di taser. Ha messo in atto tutta la procedura di avvertimento, ma lo straniero ha continuato a tagliarsi e minacciare tutti spargendo sangue, così il poliziotto ha sparato due dardi. Una volta a terra il tunisino è stato sedato e ricoverato in psichiatria. Ultimo aggiornamento: 17:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci