Stop al fumo nei parchi pubblici: multe dei vigili fino a 250 euro

Stop al fumo nei parchi pubblici: multe dei vigili fino a 250 euro

di Barbara Turetta

LIMENA - Nel Comune di Limena non si può più fumare nei parchi pubblici attrezzati per i bambini. E' con una ordinanza ad hoc firmata dal sindaco Giuseppe Costa, infatti, che l'amministrazione comunale vuole dare un segnale chiaro per tutelare i bambini dal fumo passivo. E non si potrà fare finta di ignorare l'ordinanza, che ha anche fissato sanzioni che vanno dai 25 ai 250 euro. In questi giorni sono stati posizionati nei parchi pubblici attrezzati con giochi e giostrine i cartelli ben visibili che avvertono del divieto, e gli agenti della polizia locale vigileranno per farlo rispettare. E così i parchi con le giostrine del Comune sono offlimits per chi vuole sedersi su una delle panchina e accendersi una sigaretta.

Limena si allinea così a città come Milano, Roma, Torino e Padova, e anche ad altri piccoli Comuni, che hanno messo al bando il fumo nei parchi, luoghi frequentati in particolare dai bambini. «Secondo i dati del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità, il fumo di tabacco risulta essere una delle principali cause di morte e di disabilità tra la popolazione, con la conseguenza che alcune amministrazioni pubbliche hanno già posto in essere iniziative tese a scoraggiare i fumatori spiega il sindaco Costa - Il trend dei fumatori risulta in aumento fra i giovani, e i bambini costituiscono un terzo della percentuale dei fumatori passivi».

«Oltre ad assicurare il rispetto delle norme vigenti in materia di fumo nei locali di uso pubblico continua Costa -, per garantire una maggiore tutela della salute abbiamo deciso di prevedere una più stringente regolamentazione anche per quanto riguarda gli spazi urbani, con particolare riferimento ai parchi pubblici attrezzati, frequentati spesso da donne in stato di gravidanza e da bambini, che costituiscono i soggetti maggiormente tutelati dalla legge. Questo anche nell'ottica del perseguimento di una città sostenibile, più vivibile e pulita».

«Il provvedimento non solo vuole tutelare la salute delle fasce più deboli, ma anche promuovere comportamenti esemplari e virtuosi da parte degli adulti nei confronti dei minori commenta l'assessore all'Ambiente Maurizio Martinello Inoltre, considerato che il divieto di fumo per i parchi pubblici attrezzati riguarda un ambito territoriale circoscritto non può considerarsi eccessivamente gravosa o lesiva nei confronti dei fumatori».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Ottobre 2017, 05:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Stop al fumo nei parchi pubblici: multe dei vigili fino a 250 euro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-10-19 15:55:38
all' aperto non c'è fumo passivo. Che cosa dovete multare?
2017-10-18 12:00:18
... da non fumatore sulla cortesia, rispetto altrui e buon senso sono d'accordo.. ma sanzione più realistica e legge fatta rispettare e non proclamata ad ventum . è il sensazionalismo ( arrogante, ignorante e da presa in giro ) che incrimina chi l'ha voluta in siffatto modo quasi per esorcizzare ( non fare nulla ) su tutto il resto.. avessero piantato dieci alberi a testa e qualcosa di buono, serio e soprattutto concreto avrebbero fatto.. il fumo certo non si ferma col cartello del parco...
2017-10-18 11:10:16
siamo alla follia collettiva. oramai si muore anche per uno starnuto. folli, folli e basta
2017-10-18 10:58:25
Giusto. Ma per l'acqua inquinata e i veleni pfas e le polveri sottili e le fabbriche (Limena non è un parco faunistico) e il traffico e lo smog e i riscaldamenti e i tetti delle fabbriche di limena con l amianto che dite? E i polli malati e le vacche impazzite e le uova contaminate e le salsicce con la salmonella e la mozzarella blu il radicchio trevigiano cancerogeno come li contrastate? La multa la deve pagare chi si ammala o la deve a noi il governo?
2017-10-18 10:29:14
fatelo anche davanti alle scuole mentre si aspetta l'apertura dei cancelli.