Sorsi d'autore, Gianrico Carofiglio tra mistero, umorismo e arte nella Versailles del Veneto

Mercoledì 5 Agosto 2020
Villa Contarini Piazzola sul Brenta
1

PIAZZOLA SUL BRENTA - Prosegue il viaggio di Sorsi d’autore 2020: è disponibile gratuitamente da oggi, mercoledì 5 agosto, il terzo podcast ambientato in Villa Contarini Camerini di Piazzola sul Brenta, conosciuta anche come la Versailles del Veneto. Ospite Gianrico Carofiglio alle prese con un bizzarro personaggio che lo interroga su, “La misura del tempo” (Einaudi), umorismo, apparenze e arte. Si può ascoltare la puntata della durata di trenta minuti sul sito: https://www.fondazioneaida.it/progetto/sorsi-dautore-podcast/ e sulle principali piattaforme di ascolto (Spotify, Apple Podcast e Google Podcast).
 

La mosca Rozzi, personaggio nato dalla penna di Pino Costalunga di Fondazione Aida e Paolo Rozzi, guidata a debita distanza da Luca Telese, condurrà gli ascoltatori in un ronzante viaggio tra le numerose sale della dimora voluta da Marco Contarini. Prima di arrivare da Carofiglio, la mosca svolazzerà tra le sale dell’auditorio, delle conchiglie, si riposerà sull’affresco di Bacco e ammirerà la ragazza sull’altalena, vecchia fiamma di Contarini. In biblioteca ad aspettarla c’è lo scrittore protagonista della puntata con un bicchiere di vino da degustare. I due disquisiranno su diversi temi: le apparenze e il loro effetto eversivo, l’umorismo che lo scrittore definisce “una virtù morale” fino ad arrivare al valore di arte e cultura ai tempi del Covid 19 con una citazione tratta da L’attimo fuggente: “non scriviamo e leggiamo poesie perché è carino: (…) ma perché siamo membri della razza umana”.

Un viaggio nel viaggio visto che da Piazzola sul Brenta si farà velocemente capolino a Bari per una short list sugli imperdibili della città natale dello scrittore. 

Ultimo aggiornamento: 13:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA