«Voglio soldi o mi sposi» mediatore nigeriano ricatta una studentessa

«Voglio soldi o mi sposi» mediatore  nigeriano ricatta una studentessa

di Marco Aldighieri

MONSELICE E CONA - Un mediatore culturale dell’hub di Cona, in provincia di Venezia, è finito iscritto nel registro degli indagati per tentata estorsione. Il cittadino nigeriano di 26 anni, secondo l’accusa rappresentata dal sostituto procuratore Roberto Piccione, titolare delle indagini, avrebbe detto alla sua ex, una studentessa padovana di 24 anni residente a Pegolotte di Cona, «O mi sposi o mi dai 10 mila euro, oppure divulgo a tutti i nostri incontri sessuali». Ma la ragazza ha presentato denuncia e lo straniero è stato smascherato. I due si sono incontrati e conosciuti l’anno scorso all’interno dell’hub di Cona, il centro per i profughi. Tra i due è nata una relazione e a volte il mediatore culturale riprendeva le loro prestazioni sessuali. 

 
   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 22 Maggio 2018, 08:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Voglio soldi o mi sposi» mediatore nigeriano ricatta una studentessa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 57 commenti presenti
2018-05-23 06:08:15
Un matrimonio con cittadina italiana ..agevola il conseguimento della cittadinanza.Per questo ricatta: se non sposa ci rimette.
2018-05-23 11:02:08
allora era meglio una volta! la moglie acquisisce la cittadinanza del marito e lo segue al suo paesello ch'e' tanto bello... (altrimenti tutti i +500.000 ne seguono l'esempio "da clandestini a cittadini senza neanche passare per il (foglio di) via"
2018-05-22 20:24:16
a padova in centro ce la coda di 40enni che cercano compagnia in cambio di un piatto di minestra!...
2018-05-22 19:46:40
AAH..l'esotismo(e le leggende connesse).
2018-05-22 19:42:31
Sveiate insulsa no te ghe capio gnente.