In coda sotto il caldo bollente? L'idea dei due padovani per "rinfrescare la mente"

Domenica 11 Agosto 2019
Giacomo Brunoro
Se la coda si fa lunga e snervante verso le mete delle vacanze in questi bollenti giorni d'agosto c'è una soluzione salutare soprattutto per la mente. Per combattere lo stress da auto che rischia di rovinare l'inizio delle ferie i padovani Giacomo Brunoro e Jacopo Pezzan di La Case Books hanno lanciato l'audio-mappa dell'estate 2019. Sette audiolibri al chilometro, più una traccia bonus, da ascoltare in macchina per trasformare l'esodo e il contro-esodo estivo in momenti rilassanti. «L'idea è nata diversi anni fa osservando quanto tempo passiamo in automobile racconta Brunoro, direttore editoriale della casa editrice - in auto non si può far altro che ascoltare e abbiamo pensato che si poteva dare valore a questo tempo trascorso con una serie di contenuti che arricchissero il bagaglio, non solo fisico».
 
Quali sono i titoli?
«Dipende dalla durata del tragitto: per uno spostamento del weekend, Padova - Sottomarina di un'ora e 4 minuti, consigliamo Felice Maniero e la Mala del Brenta di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro letto da Nino Carollo; per Padova - Jesolo di un'ora e 17 minuti Questo non è un imprenditore di Matteo Pittarello, letto da Pittarello, Nino Carollo e Marileda Maggi; per Padova Asiago di un'ora e 21 minuti Cappuccetto rosso e altre storie dei Fratelli Grimm letto da Gaetano Marino; Padova - Lago di Garda di due ore Il segreto delle piramidi di Jeremy Feldman letto da Patrizia Carlesso e Mauro Ferreri; per Padova Cortina di 2 ore e 25 minuti Il muto di Gallura di Enrico Costa, letto da Enrico Marino; infine per chi deve trascorrere molto tempo in auto Sherlock Holmes e lo studio in rosso di Arthur Conan Doyle letto da Giorgio Perkins oppure Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello nell'interpretazione di Gaetano Marino».
Che criteri avete seguito?
«La produzione di materiali originali pensati per il mercato dell'audio e realizzati con tecniche all'avanguardia per migliorare l'esperienza di ascolto soprattutto su temi legati all'attualità. E poi il recupero dei classici italiani per chi è interessato agli aspetti più letterari. I lettori sono tutti speaker e attori professionisti».
A chi vi rivolgete?
«Il nostro target è molto trasversale, dallo studente al libero professionista di età anche matura».
Come vanno gli audio-libri nel nostro Paese?
«Il riscontro è ottimo specie da quando nel mercato italiano è entrato Audible del gruppo Amazon che ha fatto crescere il settore. Noi vediamo che agosto è uno dei mesi in cui c'è il picco delle vendite insieme a dicembre e gennaio, per questo insistiamo sull'audiolibro da viaggio».
Quante copie riuscite a vendere?
«Non è semplice quantificarle perché la maggior parte dei negozi online adotta un sistema alla Netflix e quindi l'utente paga un abbonamento di circa 10 euro e ascolta quello che vuole. Abbiamo un catalogo con più di 250 audiolibri; il nostro best seller, sui segreti dell'area 51, ad oggi è stato scaricato 25.000 volte, mediamente i nostri titoli spaziano tra 1,99 e 4,99 euro con 1000 e 2000 download all'anno».
Dove si possono trovare i vostri volumi?
«Siamo in tutti i principali digital store come Apple store, Google play, Storytel».
Perché La Case ha sede a Los Angeles?
«Jacopo, il proprietario, vive lì da diversi anni e ha approfittato dell'esperienza internazionale acquisita negli Stati Uniti per dar vita nel 2010 al progetto editoriale internazionale pubblicando in inglese, francese, spagnolo, tedesco, polacco e italiano». Ultimo aggiornamento: 12 Agosto, 10:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA