Martedì 2 Aprile 2019, 21:27

«Fuori casa dalla tempesta d'ottobre: soldi e aiuti ancora non arrivano»

«Fuori casa dalla tempesta d'ottobre:  soldi e aiuti ancora non arrivano»

di Lauredana Marsiglia

LONGARONE  - «Mi hanno dato la parola che i soldi arriveranno, e se lo hanno fatto voglio crederci. Ma ora è tempo che arrivino perché vorrei poter tornare nella mia casa prima dell’inverno».  Maria Rosa Teza, con i suoi due figli e la nipotina, nata proprio dieci giorni prima della tempesta Vaia di fine ottobre, è costretta a vivere fuori casa, in prestito da una conoscente. La sua villetta di La Muda è stata danneggiata dall’uragano che prima ha scoperchiato e il tetto e poi...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Fuori casa dalla tempesta d'ottobre: soldi e aiuti ancora non arrivano»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-04-04 09:41:23
aiutati che il ciel ti aiuta…….. Meglio arrangiarsi con 15.000 € rifai il tetto con un bel isolamento, starai meglio, detrai il 50 % in 10 anni e non devi ringraziare nessuno .
2019-04-03 11:13:51
Quoto copppertone! Bastava essere assicurati, chi era assicurato (bene e con polizze aggiornate e recenti) ha già preso tutti i soldi. Chi vuole risparmiare su tutto e non si fa nanche la polizza sulla casa non può poi pretendere soldi dalla comunità... Che si faccia un mutuo e la prossima volta pensi a tutelarsi perchè con i cambiamenti climatici potrebbe anche ricapitare!
2019-04-03 09:11:52
Mah. Aspetta e spera. Chi fa da se fa per tre. Poi se arriva l'aiuto, meglio.
2019-04-03 08:57:06
e perchè la signora non si era assicurata? adesso pretende soldi dalla comunità? credo che debba farsene una ragione e vada in banca a farsi un bel mutuo, in fin dei conti una cucina non è che costi poi così tanto, ne trova anche a 3-4000 euro se si accontenta.
2019-04-03 07:20:43
Di solito prima si fa il lavoro e poi col (molto)tempo...un risarcimento (parziale) da assicurazioni o enti pubblici. Un dubbio: i tetti di lamiera si accartocciano per fatalita' o c'e'qualche debolezza congenita o derivante da come e' stato eseguito il lavoro??Basta che si sollevi un lembo per effetto del vento e si sbottona poi il tutto.