Va in pensione e al suo Comune regala 400 giorni di ferie

Lunedì 12 Novembre 2018 di Maurizio Marcon
61
CINTO CAOMAGGIORE - Il responsabile dell’area amministrativa del Comune Fiorenzo Masat, a 62 anni d’età, 41 di servizio e 400 giorni di ferie non godute, è andato in pensione. Originario di e tuttora residente a Pramaggiore, dove è stato anche amministratore politico con la maggioranza di Igor Visentin, Masat, era la memoria storica e rappresentante istituzionale per antonomasia dell’istituzione Comune di Cinto Caomaggiore. Molteplici funzioni e ruoli ricoperti in Comune, innanzi tutto come responsabile dei servizi demografi e ufficio elettorale, pratiche cimiteriali, e ufficio di segreteria politica istruendo tutte le deliberazioni di Giunta e Consiglio Comunale. 
Insomma l’asse portante dell’azione amministrativa comunale, di qui l’accumulo di 400 giorni di ferie non godute che Masat ha regalato al Comune non potendo essere in qualche modo remunerate. Se avesse preteso di usufruirne, di fatto, sarebbe andato in pensione più di un anno fa. «Oggi il decano degli uffici del Comune di Cinto Caomaggiore - scrive il sindaco Gianluca Falcomer in un post omaggio sulla pagina facebook del Comune - termina l’attività lavorativa e raggiunge il traguardo della pensione. Intere generazioni di Cintesi sono cresciute sotto la sua gestione. Negli anni decine di dipendenti e amministratori hanno potuto contare sulla sua esperienza e professionalità, divenendo un punto di riferimento fondamentale. Ha svolto diverse funzioni per la nostra Comunità senza risparmiarsi e con tutta la passione che ha sempre manifestato. Ci sono persone che fanno la storia di una Comunità e per il nostro Comune Fiorenzo Masat è sicuramente una di queste. A nome della nostra Comunità ti auguro ogni bene, Fiorenzo, e a nome di tutti ti ringrazio per quanto hai fatto e dato». Ora, finalmente, Masat potrà godersi un meritato riposo. Anche quello non goduto durante i 41 anni di lavoro. 
Maurizio Marcon
© RIPRODUZIONE RISERVATA  Ultimo aggiornamento: 17:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA