Torino, sequestrata la casa a luci rosse delle sex dolls: era stata appena inaugurata

PER APPROFONDIRE: blitz, sexy bambole, vigili
Sequestrata la casa a luci rosse delle sex dolls: era stata appena inaugurata
Sequestro delle bambole, contestazione di attività abusiva di affittacamere con denuncia per omessa comunicazione, in forma telematica all'Autorità di Pubblica Sicurezza, dei nominativi dei clienti frequentatori del locale, oltre alla violazione amministrativa per la mancanza di etichette con indicazioni sui materiali. Questo il risultato dei controlli effettuati ieri dagli agenti di polizia municipale nella prima "casa chiusa" italiana delle bambole hot. la struttura, della società Lumidolls, era stata appena inaugurata a Torino e l'evento aveva avuto larga eco sui media.

LEGGI ANCHE Torino, apre la prima casa di appuntamenti con sex dolls (per lui e per lei)

Nel corso dei controlli effettuati dalla Municipale insieme a tecnici dell'Asl Torino, inoltre, è stato verificato un livello insufficiente del sistema di igienizzazione delle bambole che sono state poste sotto sequestro amministrativo cautelare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 12 Settembre 2018, 20:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Torino, sequestrata la casa a luci rosse delle sex dolls: era stata appena inaugurata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-09-13 06:55:15
Ingegno del genere umano. Non l' avevo mai sentita una cosa del genere.
2018-09-13 08:20:32
Peggio dello sceriffo di Nottingham. Stroncare quello che non riescono a comprendere. E bisognava ottenere il risultato a qualunque costo, ovvero di chiudere l'attivita'. Con tutti i cavilli e le interpretazioni possibili e immaginabili. Io non credo ai risultati dell' asl in tempo reale. Era gia' tutto preparato. Un blitz punitivo di taglio catto-squadrista .
2018-09-13 10:06:20
non piaceva ad adinolfi...
2018-09-12 21:49:25
Italia fuori dal Vaticano!