Ilary Blasi esagera a Verissimo: «Questa la tagliamo? Alla mia età non mi tengo più nulla....»

Sabato 13 Marzo 2021 di Eva Carducci
Ilary Blasi esagera a Verissimo: «Questa la tagliamo? Alla mia età non mi tengo più nulla....»

Ilary Blasi torna dopo il lockdown in tv a Verissimo, la conduttrice tornerà a guidare i naufraghi de L'Isola dei Famosi da lunedì, e è arriva nel salotto dell'amica e collega Silvia Toffanin per parlarne: «È così strano tornare in televisione senza nessuno qui in studio, sembri la mia terapista, però è strano perché non posso neanche abbracciarti. Sono molto carica per l'Isola, non ci penso ancora, siamo a sabato, mancano due giorni. L'ansietta che va su e giù a me arriva venti minuti prima, sai quella che non sai se devi fare qualcosa. Delle volte mi chiedo se devo farmi un clistere. Questa la tagliamo vero?»-

Isola dei Famosi, Tommaso Zorzi nuovo opinionista: Elettra Lamborghini è in quarantena

Ma a Verissimo non si taglia niente, e la Blasi prosegue: «In realtà sono arrivata a un'età in cui non mi tengo più niente. Una mia amica mi ha detto che devo sempre pensare a quello che dico, ma non lo faccio mai».

Si passa poi all'argomento famiglia: «Siamo una famiglia molto unita, il sentimento che regna è l'amore e serenità, c'è molto equilibrio. Mi sembra di aver fatto un buon lavoro finora. La conferma però arriva anche attraverso i figli, che sono lo specchio dei genitori. Abbiamo fatto un buon lavoro. Io non sono una figlia che dice che vuole bene ai genitori. Dico poche volte queste cose, forse ai figli. La verità è che mi vergogno, però so che dovrei farlo. Posso recuperare ora? Vi voglio bene. Siamo una famiglia matriarcale, Christian è l'unico nipote maschio». 

Arriva poi il ricordo di Morena, ex letterina insieme alla Blasi e alla Toffanin, a cui la Blasi risponde: «Sono passati diciannove anni da quando abbiamo iniziato insieme, è vero non fu amore a prima vista, ci stavamo antipatiche, ma poi ci siamo conosciute meglio e siamo diventate amiche. Ha citato un compleanno importante, i quaranta. Il bilancio l'ho fatto due anni fa, tanto a trentotto e trentanove è uguale. Il bilancio è positivo, se mi guardo indietro ho riempito la mia vita di quello che volevo. Non posso che essere soddisfatta e orgogliosa. Ho sempre cercato di incastrare tutto. Avere un figlio di quasi sedici anni, che comincia a essere indipendente con la sua macchinetta, ti fa capire quanto tempo sia passato, che il tempo scorre veloce. Fortuna che c'è la piccoletta che ci fa sentire ancora giovani, altrimenti ci ritroviamo io e Francesco a casa da soli. Chanel vive nella sua camera, Christian invece passa il tempo con noi. Ma abbiamo con tutti un buon rapporto, stanno vivendo un'adolescenza abbastanza tranquilla. Quello che dico sempre, soprattutto a Chanel, è di essere comunque indipentente, perchè l'indipendenza è libertà e ti da la possibilità di scegliere per te, a prescindere da tutto. Noi donne facciamo più fatica, ma lo auguro a tutti i miei figli, di essere curiosi e liberi di fare le proprie scelte. Non so se in questa fase, in cui comincia a uscire, si è fidanzato da poco, e adesso mi odierà che lo sto dicendo...».

Il docufilm “Mi chiamo Francesco Totti” ha vinto il Nastro d'argento



 

Totti: «Alla Roma servirebbe un uomo come me. Pinto? Ci ho parlato, era il secondo di Rui Costa...»

Si passa poi al capitolo Francesco Totti: «Metà della mia vita l'ho passata con Francesco, ti rendi conto? Se dovessi fare un bilancio con lui è un rapporto che cresce e matura ogni anno. Non faccio mai i complimenti, non sono romantica, ma se devo dire una cosa carina su di lui è che lui dopo vent'anni mi guarda con gli stessi occhi, delle prime volte, e penso che magari si sia impallato. Si rovino i momenti di romanticismo. Non c'è un segreto, c'è una base dalla quale partire, ci siamo sempre sostenuti anche nei momenti difficili. Il nostro rapporto è edificante, c'è una costruzione che è ancora in corso. Non sempre stiamo sulla stessa lunghezza d'onda, ma è un rapporto che costruiamo giorno dopo giorno. Pochi mesi fa abbiamo affrontato la perdita improvvisa del padre. Purtroppo il Covid-19 questo fa e continua a fare. Uno non è mai pronto alla morte di un genitore, non c'è un modo o un tempo, però sicuramente quello che è successo a mio suocero è stato crudele e violento. Un buco nero, ti vengono anche i sensi di colpa. Parlo per Francesco, ho visto quello che ha provato, il non avergli detto che lo amava, magari voleva farlo di più. Alla fine si deve concentrare sui momenti belli. Solo così si può andare avanti».

Si commuove pensando anche alla perdita della mamma della Toffanin, lasciando libere di scendere quelle lacrime che aveva a fatica trattenuto durante l'intervista, che prosegue poi con l'augurio e il passaggio di testimone da parte di Alfonso Signorini a Ilary Blasi che condurrà, al posto suo, L'Isola dei Famosi per questa edizione. 

«I naufraghi sono partiti, anche dai diversi giorni, anche Rosolino, che ha mangiato la foglia! Vediamo cosa mi dirà dopo due mesi di permanenza lì. Sarà una nuova esperienza per tutti, cerchiamo di fidarci l'uno dell'altra. I gruppi saranno divisi in due, burignos e rafinados, e vivranno da separati in casa, ma non faremo sconti a nessuno. Un momento di evasione per il pubblico in un momento difficile in cui non possiamo viaggiare, ma possiamo farlo con la testa. Viviamo in una noia e bolla totale, sapere di avere questi appuntamenti scandisce la settimane e il tuo tempo. Ci sarà anche Elettra Lamborghini non sarà con noi nelle prime puntate perché purtroppo ha contratto il Covid-19 ma tornerà con gli altri opinionisti, Tommaso Zorzi e Iva Zanicchi. Siamo tutti carichi, non vediamo l'ora di iniziare». 

L'intervista termina con il saluto della nonna Marcella, per i futuri quarant'anni della nipote: «Se non lo volessi dire me lo ricordate ovunque, ho capito, faccio quarant'anni. Ovviamente scherzo, mia nonna l'ho vista ieri e non mi ha detto niente. Seguirà anche l'Isola dei famosi, che non l'ha mai visto. Non devo fare annunci, non faccio un quarto figlio, tre mi sembra il numero perfetto. Quando tu fai il terzo io faccio il quarto!».

Ultimo aggiornamento: 14 Marzo, 09:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA