Papa Francesco a Mauritius, appello per il clima e per un'economia che non sacrifichi gli uomini

Papa Francesco, appello per il clima e per un'economia che non sacrifichi gli uomini

di Franca Giansoldati

dal nostro inviato
ANTANANARIVO - Papa Francesco ha terminato la sua visita brevissima a Port Louis, capitale dell'arcipelago delle Mauritius con un appello al governo locale che - tra i tanti problemi - è alle prese con l'esclusione e il respingimento degli immigrati. L'incoraggiamento pronunciato dal Papa può essere valido e applicabile anche altrove.

LEGGI ANCHE --> Papa Francesco il 29 settembre dedica una grande messa ai migranti

Francesco ha ripetuto che «la costruzione di una effettiva comunione all'interno della grande famiglia umana senza la necessità di emarginare, escludere o respingere». Aggiungendo successivamente che non bisogna «cedere alla tentazione di un modello economico idolatrico, un modello che ha bisogno di sacrificare vite umane sull'altare della speculazione e della mera redditività, che tiene conto solo del beneficio immediato, a scapito della protezione dei più poveri, dell'ambiente e delle sue risorse».

Con questa terza tappa, dopo Mozambico e Madagascar, si conclude il faticosissimo viaggio apostolico in Africa. Il Papa domani sera è atteso all'aeroporto di Ciampino. Durante gli incontri odierni il Pontefice si è detto convinto che si debba partire da un approccio inclusivo dell'ecologia. «Si tratta di andare avanti con quell'atteggiamento costruttivo, che spinge a incentivare una conversione ecologica integrale. Tale conversione mira non solo a evitare terribili fenomeni climatici o grandi disastri naturali, ma cerca anche di promuovere un cambiamento negli stili di vita, in modo che la crescita economica possa davvero giovare a tutti, senza correre il rischio di provocare catastrofi ecologiche o gravi crisi sociali».
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 9 Settembre 2019, 16:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Papa Francesco a Mauritius, appello per il clima e per un'economia che non sacrifichi gli uomini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2019-09-09 19:20:00
... vada a piedi. metta il saio ( sacco senza maniche ), pianti un albero. venda tutti i beni ( delle pseudo indulgenze ) e li dia ai poveri, sequestri l'attico di bertone e del pretone.. non c'è un prete che non sia obeso.già c'è greta che pontifica .. non faccia il pappagallo..
2019-09-10 08:18:22
Se c'è una cosa indiscutibilmente positiva che ha fatto la Chiesa è stato accumulare nel corso dei secoli e custodire beni inestimabili. Ha dato lavoro a centinaia di illustri architetti, scultori, pittori, orafi, musicisti... La storia della Chiesa e la storia dell'arte, dell'architettura, della musica, sono sempre state interconnesse. Opere straordinarie- pensiamo per esempio alla Sagrada Familia di Gaudì a Barcellona- sono ancora in corso d'opera. Una Chiesa francescana pauperista, come quella che vorrebbe Papa Francesco sarebbe una vera disgrazia per la cultura dell'Occidente.
2019-09-10 15:10:14
Che il pauperismo non avrebbe creato l'immenso patrimonio artistico è assolutamente vero. Tuttavia a me sembra chiaro che l'imam vuole il pauperismo per noi, non per lui.
2019-09-09 19:17:34
... e lo zucchetto? Il vento gliel'ha portato via anche stavolta? Oh, pare che proprio non voglia saperne di restare li'...
2019-09-09 19:07:59
Che religione professa il Sig. bergoglio? La religione del clima e del volemose bene e del politically correct (rigorosamente di sinistra).. Di certo non professa la religione cristiana cattolica come dovrebbe. Ma "non prevalebunt"!!