Sui mitra dei killer spunta la dedica a Venier, il doge che fermò l'Impero ottomano

Strage Nuova Zelanda, sul mitra del killer una dedica a Luca Traini
Sui mitra usati a Christchurch dal commando "suprematista bianco" guidato da Brenton Terrant, anche lui 28 anni, c'è una lunga dedica in cui compare anche il nome di Luca Traini. Ma quello di Trani non è l'unico nome impresso sui mitra, compare anche quello di un doge veneziano, colui che sconfisse i turchi nella battaglia di Lepanto, fermando l'invasione dell'Impero ottomano: Sebastiano Venier.

 
Non è l'unico. Il killer sembra voler rendere omaggio a chi in qualche modo, nel corso dei secoli, ha combattutto contro l'Islam. Ecco le citazioni:

Sebastiano Venierdoge della Repubblica di Venezia, generale della battaglia di Lepanto che nel XVI secolo vide le forze della Lega Santa infliggere un'importante sconfitta ai Turchi, fermando l'avanzata dell'impero ottomano in Europa.

Marcantonio Bragadin, nato a Venezia nel 1523, è stato un politico e militare della Repubblica di Venezia. Fu rettore della città-fortezza di Famagosta, ricco porto veneziano sulla costa orientale dell'isola di Cipro, durante l'assedio degli ottomani. Dopo un anno però gli ottomani fecero breccia nella fortezza: Bragadin venne mutilato e torturato. Gli fu promessa la libertà se si fosse convertito all’Islam, ma rifiutò e venne scorticato vivo il 17 agosto 1571.

​Luca Trani. C'è un filo rosso che lega la strage nelle moschee in Nuova Zelanda a Luca Traini, il 28enne di Tolentino autore della sparatoria contro gli immigrati avvenuta a Macerata il 3 febbraio del 2018 e per cui è stato condannato a 12 anni di carcere.  

Alexandre Bissonnette
L'attentatore dell'attacco a una moschea a Quebec City, in Canada, il 30 gennaio 2017 che causò la morte di sei persone. Bissonnette, studente franco-canadese, è stato condannato a 40 anni di carcere.

Novak Vujosevic
E' il protagonista della battaglia di Fundina che avvenne nel 1876 a Kuci, in Montenegro, combattuta tra l'esercito cristiano montenegrino e quello ottomano.

Vienna 1683
La battaglia di Vienna avvenuta l'11 e il 12 settembre del 1683 concluse l'assedio dell'esercito turco alla capitale austriaca durato due mesi. Nello scontro la coalizione delle forze cristiane (polacchi, austriaci, bavaresi e sassoni) sconfisse l'impero ottomano.

Shipka Pass
E' uno scontro avvenuto in Bulgaria tra l'impero russo e quello ottomano nel 1877.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 15 Marzo 2019, 07:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sui mitra dei killer spunta la dedica a Venier, il doge che fermò l'Impero ottomano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 41 commenti presenti
2019-03-17 15:02:51
Sono solo gli islamici i veri responsabili di tanto odio che si riversa su di loro. Di certo non hanno mia fatto nulla per farsi amare ma hanno fatto di tutto per farsi odiare. Quando ci furono gli attentati alle torri gemelle, pure gli islamici qui in europa applaudivano. Quando ci fu il sorgere dell'Isis, qui in Veneto, un marocchino mediatore culturale che condannava i crimini dell'Isis, veniva sistematicamente minacciato di morte dagli islamici qui residenti, perchè lo accusavano di tradire il sangue dei suoi fratelli. Quando Calderoli ebbe la malaugurata idea di indossare una maglietta che sbeffeggiava l'Islam, in Africa alcune chiese furono bruciate e molti cristiani ammazzati ( cosa poi centravano loro?) e simili episodi non sono di certo isolati. - Chi è adesso il responsabile di un certo risentimento verso questa loro cultura e religione?, non certo noi occidentali ma solo loro che tendono sempre a prevaricare sugli altri col loro Corano e con la loro arroganza. Non dimentichiamo che il Corano dice loro che Islam deve dominare il mondo ed incita i suoi fedeli a farlo. - La sola idea di essere comandati da questa gente del Medio Evo, mi fa venire letteralmente il voltastomaco.
2019-03-17 00:12:34
....circa il tiro a segno,alle decapitazioni in pubblico, alle efferate esecuzioni per annegamento in gabbie e tante belle cose........molti musulmani si sono alienate le ns simpatie....ed ora quache fanatico....spara nel gruppo.....!
2019-03-16 18:52:29
associare il nome di condottieri, che combatterono, da sodati, contro soldati, a sciroccati che vigliaccamente sparano su persone inerti è ridicolo.sono bravi tutti a fare il tiro a segno.......se non fosse una tragedia spaventosa sarebbe ci sarebbe da riflettere su quanta fantasia ci vuole per dare il senso alla propria nullità
2019-03-16 07:45:51
Ci vogliono imporre quello che molti rifiutano e non ci permettono piu di vivere in armonia con noi stessi e con i nostri vicini. Ecco chi poi crea queste situazioni e persone deboli cedono e reagiscono in modo sconsiderato. Anche i "bianchi" hanno fatto migrazioni di massa in America ed hanno sterminato i locali ed azzerato la loro cultura. Sta avvenendo piano piano la stessa cosa contro di noi. E innegabile. Chiedetevi cosa sara l'Europa fra 100/150 anni?
2019-03-15 22:27:50
Ma ai soprusi e agli omicid iche quotidianamente succedono nel mondo da parte di mususlmani perche' non se ne parla? perche' la stampa ignora volutamente, quindi tutto sommato questa persona lo si puo' considerare un patriota visti gli accenni storici che menziona