Addio a Mario Messinis, fu sovrintendente de La Fenice e direttore di Biennale Musica

Martedì 8 Settembre 2020
https://www.ilgazzettino.it/economia/bonus_bicicletta_come_richiederlo_come_funziona_7_settembre_2020-5447804.html

VENEZIA - Il mondo culturale piange la scomparsa del critico e saggista Mario Messinis, scomparso oggi a Venezia, a 88 anni. La notizia della scomparsa è stata data dal Teatro La Fenice, di cui Messinis era stato sovrintendente dal 1998 al 2001. Il teatro veneziano, in segno di lutto ha esposto una bandiera a mezz'asta sulla facciata. Anche il presidente della Biennale di Venezia, a nome del consiglio d'amministrazione e della Biennale tutta, ha espresso la sua partecipazione al lutto che colpisce il mondo della musica, di Venezia e della Biennale per la scomparsa.
 

 

Critico, saggista, intellettuale, Mario Messinis ha testimoniato con curiosità e passione la musica contemporanea facendo, in particolare, della Biennale Musica - dove è stato più volte direttore (dal 1979 al 1987 e dal 1992 al 1996) - una delle manifestazioni più aggiornate su questo fronte. Con sguardo limpido ha messo in luce i passaggi cruciali della musica negli anni della post avanguardia firmando manifestazioni che sono state punto di riferimento, come Dopo l'avanguardia: prospettive musicali intorno agli anni '80 (1981), Con Luigi Nono (1993), L'ora di là dal tempo (1995). Il direttore della Biennale Musica 2020, Ivan Fedele, ha detto: «Mario Messinis è stata una delle menti più lucide della musicologia internazionale. Ne rimpiangiamo non solo l'intelligenza acuta e la sottile ironia che accompagnava i suoi testi, ma anche il generoso atteggiamento nei confronti dei giovani artisti e compositori, da lui sostenuti a prescindere dal loro orientamento estetico».

 

«Uomo di profonda cultura, ha ricoperto cariche tra le più prestigiose nelle istituzioni veneziane, quali tra le tante...

Pubblicato da Teatro La Fenice su Martedì 8 settembre 2020

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA