"Underwater", il docufilm su Federica Pellegrini è nelle sale

Lunedì 10 Gennaio 2022
"Underwater", il docufilm su Federica Pellegrini è nelle sale
1

Le lacrime, i sorrisi, la vita vissuta con la valigia sempre pronta, il costume sempre addosso e l'acqua come elemento che diventa naturale quanto l'aria stessa. Federica Pellegrini si racconta in un docufilm, Underwater, nelle sale cinematografiche il 10-11-12 gennaio prodotto da Fremantle e distribuito da Notorious Pictures. Un racconto intimo dei due anni che hanno portato la Divina a scrivere l'ennesimo capitolo della storia del nuoto, la quinta finale olimpica. Un racconto quotidiano, con video e testimonianze inedite, attraverso le parole del coach e compagno Matteo Giunta, le confessioni emotive di Federica stessa, dando un ritratto veritiero della donna e dell'atleta. Underwater è la cronaca degli ultimi due anni, la lunga marcia verso Tokyo, vissuta con l'incertezza della pandemia, il tormento dell'incognita del fisico e della mente, e tanti flashback che ripercorrono l'intera carriera e che aiutano a comprendere come Pellegrini sia arrivata ad essere un'atleta in grado di sgretolare record su record. Perché il tempo per lei è sempre stato giudice supremo, impari e corretto. Novanta minuti intensi in cui emerge la donna, le sue fragilità, ma soprattutto la sua forza. Il legame fortissimo con i genitori, il ricordo toccante del coach Alberto Castagnetti. Gli alti e bassi della sua carriera, iniziata giovanissima con quel 54.40 a 15 anni nei 100 stile libero e subito decollata facendole perdere un pò la terra sotto i piedi. Federica parla anche di bulimia, di mesi incerti finiti, poi, quando ha ritrovato gli affetti e la guida di Castagnetti. Al termine della proiezione, al Multisala Gloria di Milano, gremito di amici, compagni e giornalisti, è spontaneo l'applauso. Sorride, presente in sala, il presidente del Coni Giovanni Malagò, si commuovono i genitori, la mamma Cinzia e il papà Roberto. I successi e le difficoltà vissute da Federica sono raccontate anche attraverso le parole sincere e gli occhi emozionati dei genitori, presenza costante e rassicurante. In tanti hanno voluto festeggiare l'uscita in sala del docufilm di Federica Pellegrini, da Mara Maionchi, a Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, Lodovica Comello, Samuel frontman dei Subsonica che ha scritto le musiche di Underwater, e ovviamente una folta delegazione di nuotatori. Federica Pellegrini ha chiuso in pace la sua carriera a Tokyo, lo ha fatto col sorriso, sicura di aver dato tutto e di essere diventata una leggenda

Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio, 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA