Idrovora, si lavora nella casa del custode

Sono a buon punto i lavori per la manutenzione straordinaria della copertura e riqualificazione energetica dell'involucro della casa del custode del complesso idrovoro di Rosolina.
L'intervento, su progetto esecutivo dell'architetto Tommaso Fornasiero, responsabile il direttore del Consorzio di Bonifica delta del Po, ingegnere Giancarlo Mantovani, verrà a costare 75 mila 858 euro, finanziati con il «Fondo Europeo per lo sviluppo rurale» di cui al «Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013», tramite il Gruppo di azione Gal Polesine Delta del Po. I lavori vengono eseguiti dalla ditta Trentin & Franzoso srl di Rovigo.
L'edificio si presenta con forme tipiche e ricorrenti in edifici di analoga funzione nell'area polesana: il tecnico idrovorista abitava al primo piano dell'edificio, mentre il piano terra era deputato a magazzino attrezzi per le manutenzioni all'idrovora limitrofa. I lavori che saranno eseguiti riguardano la manutenzione straordinaria della copertura, con installazione di copertura ventilata e coibentata; la sostituzione di tutti gli infissi e le porte d'ingresso, sostituzione degli infissi interni in legno con analoghi in materiale e dimensioni e tanti altri lavori di miglioria dell'edificio.
L'intervento è finalizzato a rendere efficiente la fruizione pubblica dell'edificio da un punto di vista visivo ed è volontà del Consorzio di Bonifica Delta del Po di garantire a seguito del buon esito dell'intervento anche la fruizione fisica del complesso idrovoro di Rosolina con iniziative che valorizzino l'ambiente, il patrimonio storico dell'Ente e il turismo per chi fruisce del percorso in sinistra al Po di Levante, continuazione dell'asta Fissero-Tartaro-Canalbianco.

Sabato 20 Settembre 2014, 05:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Idrovora, si lavora nella casa del custode
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER