La prefettura: «Dove ci sono
profughi i reati sono in calo»

PER APPROFONDIRE: prefettura, profughi, reati
La prefettura:   «Dove ci sono  profughi i reati sono in calo»
VENEZIA - Netto calo di reati rispetto all’anno scorso.

La Prefettura, durante l’ultima riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza, ha reso noti i dati relativi ai primi sette mesi del 2015 e li ha paragonati con quelli dell’anno scorso.

In base al raffronto si scopre che i furti sono calati del 12,6 per cento, le rapine dell’8,8 per cento e i reati contro la persona del 4,5 per cento. Complessivamente c’è stata una riduzione di reati del 15 per cento (da 26.350 a 22.380).

«Il dato più importante - afferma la Prefettura riferendosi al totale della provincia - è il calo del 18,4 per cento dei furti in abitazione. Nel capoluogo invece, a fronte di una calo dei reati dell’8,8 per cento, si registra una flessione dei furti del 2,4 per cento, mentre le rapine restano invariate».

La Prefettura è tornata a ribadire che nelle zone dove sono ospitati i profughi, in particolare a Eraclea, i furti sono diminuiti del 25 per cento».

Nel corso di questi sette mesi, poi, l’attività contro il commercio ambulante abusivo ha portato al sequestro di merci contraffatte per un valore di 30 milioni e di prodotti non contraffatti per 150mila euro. Bloccate merci destinate all’infanzia per un valore di 45mila euro. Prodotti video e dvd hanno comportato un ammontare di 165mila euro e per arrivare a questi risultati sono state realizzate 79 operazioni che hanno dato vita a due arresti e a 88 venditori denunciati. «A fronte del calo dei reati - aggiunge infatti la Prefettura - si registra un aumento di persone denunciate o arrestate».

Da qui, in vista dell’ormai imminente Ferragosto, scatta la decisone di incrementare i controlli in particolare nelle zona dove ci sono i siti e gli obiettivi sensibili visto che, fino alla fine dell’anno, è stato confermato un aumento del personale in divisa pari a sessanta unità.

La Prefettura, infine, ha assicurato che nei prossimi giorni saranno incrementati i servizi per prevenire i reati contro il patrimonio, in particolare borseggi, furti in abitazioni e negozi e rapine.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 7 Agosto 2015, 15:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La prefettura: «Dove ci sono
profughi i reati sono in calo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2015-08-08 13:32:06
.... e poi dicono che il sole non fa male.....in effetti da qualche tempo non piove più acqua ma vino.... dove ci sono i profughi addirittura champagne....prefetture da chiudere subito dopo aver chiesto i danni......
2015-08-08 11:53:34
Scendono i reati? No, scendono le denunce. Anche su consiglio della polizia. "Sono carte che servono solo alle statistiche. Tanto la magistratura non interverrà; Reati lievi, ordine del governo, lasciate liberti i criminali."
2015-08-08 07:51:51
allora, di che vi preoccupate, ben vengano i profughi, abbamo la prevenzione gratuita oltre all'assistenza a pagamento
2015-08-07 19:53:39
No comment:tutti i fatti di cronaca parlano di stranieri coinvolti rapporto 10 a1:forse i prefetti presi dal troppo lavoro non trovano il tempo per leggere i giornali.
2015-08-07 19:16:06
Incommentabile, non sanno più cosa inventarsi per giustificare l'ingiustificabile.