Salvini in carcere da Onichini: «Chiederò la grazia e aiuti economici»

Lunedì 20 Settembre 2021
Video
1

 VENEZIA - «Serve una riforma della giustizia, non è possibile che a episodi simili corrispondano assoluzioni o condanne» ha detto oggi - 20 settembre - a Venezia Matteo Salvini. Il leader della Lega, in laguna per portare il suo affetto a Walter Onichini, il macellaio detenuto a seguito della condanna inflittagli qualche giorno fa dalla Cassazione per aver ferito un ladro che si era introdotto nella sua abitazione. «Ne so qualcosa perché sull'episodio di sequestro di persona sono stato assolto a Catania perché il fatto non sussiste - aggiunge - e rinviato a giudizio a Palermo dove comincio il mio processo il 23 ottobre, quindi bisognerebbe lasciare discrezionalità limitata ai giudici». Salvini ha proseguito: «Uno interpreta la legittima difesa a seconda dei casi. Io di casi simili ne ho seguiti tanti, sia prima della legge, sia dopo la legge. In carcere forse ne sono andato a trovare uno, a Piacenza, ma ben prima della legge sulla legittima difesa. In tutti gli altri casi c'è stata l'assoluzione, nel caso di Onichini no, vediamo di - non polemizzo - risolverla in altra maniera con chi sta più in alto»

Ultimo aggiornamento: 17:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA