La guerra sul web, Ukrtelecom (provider ucraino) lancia l'allarme: «Internet crollato. È il cyber-attacco più grave dall'invasione russa»

La guerra Russia-Ucraina si sta combattendo su due fronti: quello militare e quello informatico. Ora l'ultimo attacco del Cremlino: la denuncia

Lunedì 28 Marzo 2022
La guerra sul web, Ukrtelecom (provider ucraino) lancia l'allarme: «È il cyber-attacco più grave dall'invasione russa»

La guerra Russia-Ucraina prosegue e i campi di battaglia su cui ci si scontra sono due: quello militare e quello informatico. Sul web migrano informazioni, ma è anche la via dei cyber-attacchi che rischiano letteralmente di bloccare i servizi fondamentali di Paesi interi. 

 

Ucraina, Ukrtelecom lancia l'allarme cyber-attacco

A lanciare l'allarme ora è Ukrtelecom. Il provider Internet nazionale ucraino ha confermato un attacco informatico alla sua infrastruttura principale. I dati di rete in tempo reale mostrano un'interruzione del servizio su scala nazionale in corso e in aumento, che è la più grave registrata dall'invasione della Russia. «Confermato: una grave interruzione di Internet è stata registrata in tutta l'Ucraina sul provider nazionale Ukrtelecom; i dati di rete in tempo reale mostrano che la connettività sta crollando al 13% rispetto ai livelli prebellici; il provider segnala problemi nell'assegnazione di nuove sessioni». Questo quanto si legge nel Tweet di  NetBlocks - L'Osservatorio di Internet: monitoraggio delle interruzioni e degli arresti della rete. 

Ucraina, Anonymous attacca la Banca centrale russa: «Rilasceremo più di 35mila file segreti nelle prossime 48 ore»

La guerra si combatte anche sul web

Stando agli studi di Check Point Software Technologies, gli attacchi verso il governo ucraino sono aumentati del 196%, nei soli primi tre giorni di combattimento. Mentre quelli alle organizzazioni russe sono aumentati del 4%. E la situazione sembra peggiorare. In crescita anche le e-mail di phishing in lingua slavo-orientale che sono aumentate di 7 volte. Secondo lo studio un terzo di esse è diretto a persone di nazionalità russa e inviato da indirizzi e-mail ucraini. Su web si sa girano tutte le informazioni, dalle notizie sugli attacchi, alle zone colpite e anche le rotte dei rifugiati in fuga, e questo è un rischio reale tanto che è stato lo stesso ministero della Difesa ucraino a mettere in guardia i blogger: «Fate attenzione quando diffondete informazioni sui bombardamenti in tempo reale - scrive sui social - perché le vostre informazioni potrebbero essere oggetto di interesse dell'artiglieria russa e aiutarla a correggere le strategie»

 

Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 09:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci