Europei nuoto, sincro: oro Minisini nel solo libero uomini

Domenica 14 Agosto 2022 di Piero Mei
Europei, Minisini trionfa nel sincro: è medaglia d'oro nel solo libero uomini

L’Italia s’è desta ancora una volta agli Europei di nuoto, Roma 2022 al Foro Italico, con un “fratello” d’oro. Il solito. Giorgio Minisini, il nuotatore artistico romano, ha infatti vinto la gara nuova, quella maschile esercizio libero, e così ha portato il suo personale bottino a tre ori e punta il quarto nel duo misto.

Il suo esercizio ha ottenuto 88.4667 punti, cinque più dell’argento, lo spagnolo delle Canarie Diaz, e dieci più del francese d’origine afro Rakotomalaka. Questi due sono Generazione Z, come anche l’altro avversario di Giorgio, ragazzo serbo. «E’ bell vedere gioani in gara» ha detto Minisini. «E’ stato bello anche vedere tanti ragazzi di 12 anni che in tribuna tifano e sognano come facevo io alla loro età: ora per loro la strada è aperta. Io ho scadenza 2028, magari per Los Angeles olimpica». Ancora non hanno aperto le Olimpiadi agli uomini: «Dovranno farlo, come per i punteggi penso che dovrebbero abituarsi a considerare il gesto maschile come tale e non come imitazione di quello femminile».

Europei, il trionfo di Minisini

Giorgio incita all’applauso, al coro, piange e lancia baci dal podio mentre “il tricolore sventola”. “L’obiettivo era 90 pèunti, non è venuto: verranno; si deve sempre lavorare, sempre migliorare”. Come è senza rivali? “Lo sport vive di rivalità, i ragazzi cresceranno, mi sarebbe piaciuto se ci fosse stato il russo; dicono tutti che Lucreazia e io nel misto avremmo vinto ugualmente, mi sarebbe piaciuto batterlo”. Magari ai mondiali… “E quando? Per ora il solo maschile è fuori e non è giusto. Comunque se i russi non ci sono è perché staiamo difendendo l’Ucraina; è stato bello avere le ragazze in Italia, allenarsi con noi. Hanno preso tanti ori, ma dovreste vedere quanto lavorano”.

L'attacco ai giudici della greca Platanioti

L’ucraina Marta Fiedina è oro nel solo della mattina con Linda Cerruti argento, ventunesima medaglia sua in Europa. “I giudici favoriscono l’Italia in casa” ha denunciato sui social la greca Platanioti. “Si vince e si perde, bisogna starci” sorride Linda; “I giudici possono magari sbagliare, come tutti noi - dice Giorgio - ma questo è lo sport”. I giudici forse non hanno navigato nei social ma intanto la Platanioti, che era terza dopo le eliminatorie, in finale è stata tirata giù dal podio ed è finita quarta…

 

Ultimo aggiornamento: 14:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci