La Senatore in municipio ha stretto la mano a Jenny

Sabato 21 Novembre 2015

PORTOGRUARO - Il sindaco Senatore chiama Jenchris e si scusa. Si è svolto ieri pomeriggio, in Municipio, lontano da giornalisti e fotografi, l'incontro tra il sindaco Maria Teresa Senatore e Oby Jenchris Mbah, la ragazza finita suo malgrado sotto i riflettori per la mancata stretta di mano del primo cittadino in occasione del 4 Novembre. «C'è stato uno scambio sereno di opinioni - spiega la Senatore - ho porto le scuse dell'amministrazione per l'incomprensione. L'incontro si è concluso in modo propositivo con l'idea di lanciare un progetto che parta dagli studenti per sensibilizzare la cittadinanza sul tema delle ingiustizie sociali. L'amministrazione comunale garantirà pieno supporto all'iniziativa».
In mattinata, con lo slogan "La mano la diamo a tutti", alcuni studenti degli istituti superiori avevano manifestato davanti al teatro Russolo, per esprimere solidarietà a Jenchris, detta Jenny. «Mi auguro solo che non lo abbia fatto apposta. Quel gesto - ha detto Domenico Zamburlini, coordinatore delle Rete degli studenti medi di Portogruaro - è stato una gaffe». «Nel 2015, non dare la mano ad una ragazza di colore - ha aggiunto una delle partecipanti al sit-in, Adriana Martin - è una grave mancanza. Portogruaro si è distinta per aver accolto i profughi ed ora viene dipinta come una città razzista. Noi studenti non possiamo accettarlo». Da Rc è intanto arrivato l'invito al sindaco a rassegnare le dimissioni. (T.Inf)
© riproduzione riservata