LA FESTA
MESTRE Una trentina di maestri panificatori sarà protagonista dalle

Sabato 25 Settembre 2021
LA FESTA MESTRE Una trentina di maestri panificatori sarà protagonista dalle
LA FESTA
MESTRE Una trentina di maestri panificatori sarà protagonista dalle 16 a Il pane in piazza manifestazione promossa da Confcommercio Mestre con l'Associazione dei panificatori di Venezia e provincia. L'iniziativa è inserita nel quadro delle celebrazioni per i 1.600 anni della città di Venezia. Per due giorni in piazza Ferretto saranno sfornati con gli allievi dell'Istituto Berna pane, dolci e ogni prodotto da forno che si potrà gustare e portare a casa con un piccolo contributo, il cui ricavato sarà in parte devoluto in beneficenza: quest'anno all'Anffas. Alle 17 invece al chiostro dell'M9 si terrà un incontro sul Pane nelle religioni fra il Patriarca Moraglia, l'archimandrita greco ortodosso Athenagoras Fasiolo e il vicario armeno di San Lazzaro Hamazasp Kechichian. Ci saranno inoltre laboratori didattici per bambini, aperti dalle 16 alle 19 di oggi e dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18 di domani. Alla kermesse sarà presente Piergiorgio Giorilli, referente italiano dell'organizzazione internazionale dei panificatori Ambassadeurs du Pain.
Si tratterà, come auspica il presidente di Confcommercio Massimo Gorghetto, di un'occasione per riflettere sul cibo per antonomasia e per conoscere i segreti dei panificatori. Sui quali, ora, si addensano le preoccupazioni per il rincaro dei costi per le bollette e le materie prime. «Il caro energia e la speculazione sui costi delle materie prime avranno a breve ripercussioni inevitabili anche sul prezzo degli alimenti farinacei, dalla pasta al pane ai dolci», dice il presidente della Federazione Alimentazione della Confartigianato Metropolitana Alessandro Cella. L'effetto combinato delle bollette di luce e gas più pesanti e dei maggiori costi generali di tutte le materie prime «Non ci consentirà ancora per molto di non ritoccare i prezzi adeguandoli ai maggiori costi spiega Cella - Per il momento, nonostante il caro energia, siamo riusciti a contenere il prezzo finale dei panificati limitando i profitti, solo perché sono state usate le scorte di farine e altre materie prime a magazzino. Da qui a breve, quando si esauriranno, la situazione del mercato non ci darà scampo e i prezzi saranno destinati a salire».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci