Campane a festa per Luciani preghiere col vescovo Pizziolo

Sabato 16 Ottobre 2021

VITTORIO VENETO
Campane a festa, domani a mezzogiorno, in tutte le chiese parrocchiali e frazionali della diocesi di Vittorio Veneto per Albino Luciani presto beato. Lo ha disposto ieri il vescovo Corrado Pizziolo dandone comunicazione a tutti i parroci. Le campane da Mel a Caorle, da Sacile a Vidor suoneranno a festa in tutte le 162 parrocchie «come segno di ringraziamento per il riconoscimento del miracolo attribuito a papa Giovanni Paolo I, riconoscimento che apre la strada alla beatificazione che avrà luogo nei prossimi mesi» spiega la diocesi di Vittorio Veneto di cui Luciani fu vescovo dal 1958 al 1969.
LA GIORNATA
Alle messe festive di domani verranno lette anche delle dedicate intenzioni di preghiera, chiedendo in particolare l'intercessione del venerabile Giovanni Paolo I affinché «siano numerose le vocazioni al sacerdozio ministeriale, alla vita religiosa, all'opera missionaria e all'esperienza contemplativa». Sempre domani la diocesi di Vittorio Veneto aprirà, con una celebrazione solenne, il percorso sinodale. Alle 15.30, nel giardino del seminario a Ceneda, prenderà avvio un momento di preghiera, a cui seguirà in Cattedrale un momento di ascolto della Parola, l'invocazione allo Spirito Santo e la preghiera comune rivolta a Dio. Al termine ad ogni parrocchia verrà consegnato un segno da portare e condividere con le comunità di appartenenza.
LA CELEBRAZIONE
La celebrazione sarà presieduta dal vescovo Pizziolo e segue l'apertura, avvenuta domenica scorsa, del Sinodo dei vescovi sul tema Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione voluto da papa Francesco. Il Sinodo coinvolgerà tutte le diocesi del mondo. Ciascuna a livello locale avvierà un percorso sinodale. Al momento di preghiera sono invitati, in particolare, tutti i parroci della diocesi insieme ad un solo rappresentante di ogni comunità parrocchiale. Sono invitati anche i diaconi permanenti, il consiglio pastorale diocesano ed alcuni rappresentanti della consulta delle aggregazioni laicali e della vita consacrata. Non sarà necessario esibire il Green pass. (C.B.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA