Vertici Rovigo Cultura, Secchiero è presidente

Sabato 14 Dicembre 2019
CULTURA
ROVIGO È iniziata la nuova era della Fondazione Rovigo Cultura sotto l'egida dell'amministrazione Gaffeo. Giovedì si è infatti riunito per la prima volta il nuovo consiglio di amministrazione guidato dal presidente fresco di nomina Sandro Secchiero, commercialista, in passato componente del cda dell'Accademia dei Concordi. Presenti anche il consigliere Stefano Romani, docente al Conservatorio Venezze, già direttore artistico del Teatro Sociale, che fa parte del cda della Fondazione dal 2017 quando il sindaco di Rovigo era il legista Bergamin e la vicepresidente Elena Busson. Secchiero e Romani sono i componenti nominati dal primo cittadino Gaffeo, Busson è invece la componente di nomina regionale: l'incarico le è stato affidato direttamente dal presidente della giunta veneta Luca Zaia.
L'IMPEGNO
«Auspico che il nuovo cda possa svolgere un proficuo lavoro di collaborazione per la crescita della Fondazione e lo sviluppo della cultura nel nostro territorio» è il commento con cui il presidente Secchiero inaugura la propria guida, ricordando «l'importanza che l'Ente ha nella vita culturale cittadina, con particolare riferimento alla promozione delle attività del Teatro Sociale e del Museo dei Grandi Fiumi, nonché alla valorizzazione delle discipline artistiche e culturali nella città».
E.Bar.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci