Punto da un pesce-ragno, turista
di 46 anni rischia di morire in barca

PER APPROFONDIRE: barca, bibione, pesce ragno, turista, verona
La spiaggia di Bibione e un pesce ragno

di Marco Corazza

SAN MICHELE AL T. (Venezia) - Tragedia sfiorata in vacanza:  punto da pesce ragno al largo di Bibione, un turista 46enne veronese va in choc anafilattico e viene salvato Guardia costiera e sanitari. 

Erano da poco passate le 14 quando l’uomo, in compagnia della fidanzata e di 4 minori stava navigando a circa 12 miglia dalla costa. A un certo punto è stato punto da una "tracina" appena pescata. Subito ha accusato un forte dolore al braccio, difficoltà respiratorie e senso di svenimento: i sintomi dello shock anafilattico. Dalla barca è partita una richiesta di aiuto, anche perchè l’uomo non era in grado di rientrare. Dopo una ventina di minuti, a circa 22 km  dall'imboccatura del porto di Caorle è giunto il gommone della Guardia costiera. Il veronese è stato subito condotto in porto o poi al Pronto soccorso. La sua situazione stava peggiorando, il 46enne era allergico al veleno iniettato dal pesce: è stato salvato in extremis.

Subito dopo il personale della Guardia costiera, diretta dal tenente di vascello Sandy, è tornato alla barca e ha riportato indietro la donna e i 4 minori. Una operazione quella del reparto caorlotto che rientra tra i compiti del progetto "Mare sicuro", dedicato al soccorso di bagnanti e diportisti.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 28 Agosto 2016, 16:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Punto da un pesce-ragno, turista
di 46 anni rischia di morire in barca
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2016-08-29 10:46:57
comunque, buon per lui, gli ├Ę andata bene. non sempre lo shock anafilattico lascia tutto quel tempo.
2016-08-29 10:04:52
@ gabriele48. Considerata la mia onniscienza e pure la sua maleducazione,non rispondo.
2016-08-28 22:12:33
Per├▓ che cattivone questo pesce ragno. Evidentemente non voleva finire in padella ed ha reagito con l'unica sua arma disponibile, per├▓ queste cose ad un essere umano non si fanno. Pure io sono stato pescatore per molti anni ma se un luccio mi avesse staccato un dito avrei solo detto." mea culpa" e non colpa del luccio. Mi viene sempre in mente che alle elementari ci insegnavano che gli animali sono di due tipi: una, docile e mansueta, tipo gli agnelli, i conigli, le galline ecc, che si fanno sgozzare o tirare il collo pacificamente (magari pure divertendosi) ed un'altra feroce e violenta, tipo il toro, il cinghiale ed altri che si ribellano ad essere macellati. Se andiamo a pescare o andiamo a caccia dobbiamo pure mettere in conto questi inconvenienti, ossia che magari il pescecane appena catturato ti stacchi un braccio oppure che un orso, magari ferito da un cacciatori, lo aspetti al varco e se lo sbrani. O no?..
2016-08-28 21:34:27
la vendetta del pesce ragno!
2016-08-28 20:44:39
Phoenix .... considerata la Sua onniscenza come mai non ha ipotizzato che la tracina fosse una clandestina africana o siriana?