Venezia, turisti tutti in coda: 120mila in 2 giorni, le isole sotto pressione

Lunedì 28 Marzo 2022 di Marta Gasparon
Venezia, turisti tutti in coda: 120mila in 2 giorni, le isole sotto pressione

VENEZIA - Una Venezia che ha fatto il pieno di visitatori anche nel suo ultimo weekend di marzo, al debutto di una primavera che ha portato con sé la voglia di trascorrere qualche ora all'aria aperta. Se ieri le presenze sono arrivate a quota 50mila, sabato si era arrivati addirittura a 70mila, con conseguenti rallentamenti e lunghe code nel cercare di accaparrarsi un posto sui vaporetti diretti verso le isole, specie a Burano, con qualche difficoltà anche per chi ha voluto raggiungere Murano e Torcello.


Coppie, comitive di amici, famiglie: le immagini di ieri parlavano da sole. Nella tarda mattinata lunga la fila di gente arrivata fino in cima al ponte Donà, alle Fondamente Nove in attesa di salire sui mezzi in partenza per l'isola di Burano. Scenario che si è ripetuto anche al momento dei rientri, verso metà pomeriggio. Il tutto mentre i parcheggi di piazzale Roma si sono riempiti sin dalla mattina, con fiumane di persone che non hanno mancato di riversarsi, verso l'ora di pranzo, nei plateatici del centro storico lagunare, prendendoli letteralmente d'assalto.


«Un'ennesima giornata di pienone le parole di Alberto Cancian, di Usb Trasporti . I lavoratori Actv hanno svolto il loro compito con estrema difficoltà: siamo sotto organico, c'è bisogno di assumere marinai e pontonieri. Bisogna puntare soprattutto su questo, evitando il ridimensionamento dell'azienda. L'auspicio è che una parte del denaro derivante da avanzi nel bilancio (di cui si sta parlando ultimamente) vada a rinforzarla, altrimenti non ce la faremo». La preoccupazione è ora tutta rivolta ai grandi eventi che coinvolgeranno Venezia nei prossimi mesi, quali Biennale e Salone nautico. Eventi che richiameranno di certo un numero elevato di presenze. «Chiediamo è l'appello non vengano ripetuti gli errori dell'anno scorso».

Ultimo aggiornamento: 17:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci