Autisti in rivolta per la nuova linea 2: «Troppi ostacoli, sicurezza a rischio»

PER APPROFONDIRE: autisti, linea 2, mestre, tram
Autisti in rivolta per la nuova linea 2: «Troppi ostacoli, sicurezza a rischio»

di Alvise Sperandio

MESTRE - Da pochi giorni, senza nessun avviso preliminare, è tornato il doppio senso all'incrocio tra via Vallon e viale Don Sturzo a Carpenedo. «Svoltare in quel punto con l'autobus da 18 metri è molto pericoloso», denunciano le Rsu di Actv, facendo il bilancio di sei mesi abbondanti di funzionamento della nuova linea 2 che dal 9 giugno ha visto arrivare gli autosnodati capaci di trasportare 150 passeggeri, ma scendere le corse da 6 a 5 all'ora, con la soppressione o lo spostamento di sei fermate, in una linea cittadina strategica e da massimo carico. 

IL CAPOLINEA
Francesco Avezzù, Cristiano Milani, Riccardo Ruzzon, Giuliano Frate e Cristian Guzzon promuovono il «nuovo assetto del servizio che risponde bene alle esigenze dell'utenza», ma rilevano grosse criticità sul piano della sicurezza, per la manovrabilità di mezzi così lunghi che devono districarsi tra strade strette e soprattutto auto lasciate ovunque in divieto di sosta. «L'azienda e il Comune dicono i sindacalisti - hanno recepito buona parte delle osservazioni che avevamo suggerito sulla viabilità. Ora, non si sa per quale motivo, con un blitz festivo all'incrocio tra via Vallon e viale Don Sturzo è stato tolto il senso unico che era stato ricavato per una manciata di metri con il restringimento della carreggiata ed è stato sostituito con uno stop arretrato che nessuno rispetta. Il risultato è che le auto impegnano l'incrocio e il rischio d'incidente è elevato. A norma del Codice della strada la soluzione è in regola, ma nella pratica è molto a rischio»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 28 Dicembre 2017, 10:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Autisti in rivolta per la nuova linea 2: «Troppi ostacoli, sicurezza a rischio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-12-28 20:26:04
Beh io vivo in via Lavaredo mettere uno stop in viale Don Sturzo quasi 15 metri prima dell’incrocio con Via Vallon e guardare due specchi che controllano il traffico sia a destra che sinistra non mi sembra la soluzione giusta , sapete quanti automobilisti arrivano senza i fari accessi specialmente ora in inverno . Se avete problemi di circolazione per gli autobus mettete un bel semaforo.
2017-12-28 17:41:05
L'autobus doppio ci starebbe bene per il 24h che è un carro bestiame h24 (beh tranne la sera dopo cena forse).
2017-12-28 15:50:39
Come al solito il problema è la maleducazione dei cittadini e a quella ci sarebbe un unico rimedio: multe a raffica, senza pietà. Poi certi mezzi no sono adatti strutturalmente a fare certi percorsi la città è quella che è. Si aumentino le corse con autobus idonei e non con bestioni inadatti.
2017-12-28 17:43:40
eh si colpa dei cittadini non di chi ha costruito Mestre con l'assenza totale di un piano regolatore e non solo, la ha impestata di sensi unici, divieti, telecamere per non parlare del più ingombrante ospite (il tram) che da solo è causa di almeno la metà dei disagi dei trasporti pubblici mestrini, non dimentichiamoci che l'attuale piazzale Roma, fatto e disfatto, quindi con la perdita di soldi della prima volta, in due anni per ospitare il tram e come ce lo mettono? Di sbiego come una spina nel fianco.