Telecamere e sensori laser a Venezia: come occhi puntati sui turisti

PER APPROFONDIRE: sensori laser, telecamere, turisti, venezia
Telecamere e sensori laser a Venezia: come occhi puntati sui turisti

di Roberta Brunetti

VENEZIA - Saranno come tanti occhi puntanti sui turisti. Un sistema misto di telecamere, ma anche di sensori laser ed infrarossi, per contare in tempo reale le migliaia di persone che si riverseranno in città. Carnevale sarà l'occasione per sperimentare anche questa nuova tecnologia conta-persone. Un salto in avanti, rispetto ai sistemi già testati che rimandavano i dati con un quarto d'ora di ritardo. Troppo tardi per una gestione dei flussi efficace. Stavolta, invece, la lettura dovrebbe essere immediata. Così almeno assicura la società che metterà alla prova la sua tecnologia nelle prossime settimane. «Sarà una sperimentazione importante - annuncia l'assessore al turismo, Paola Mar - Le soluzioni sul tavolo sono tante. Abbiamo chiesto a tutti di sperimentarle sul campo. Tutto sta avvenendo a titolo gratuito, Venezia può diventare un trampolino di lancio importante in questo campo. Quel che cerchiamo sono dati in tempo reale da riversare nella smart control room per la gestione dei flussi»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 3 Gennaio 2018, 05:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Telecamere e sensori laser a Venezia: come occhi puntati sui turisti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-01-04 09:22:28
metteranno anche un black hawk a sorvolare piazza san marco, ma gli ambulanti lo abbatteranno con una cerbottana...
2018-01-03 18:41:18
Venezia, Roma, a parte i numeri diversi il problema è uguale, gli italiani, enrico compreso.
2018-01-03 17:04:54
Dopo decenni che Venezia e' sommersa da una marea enorme di turisno di massa e nessuna amministrazione politica si e' mai data da fare al riguardo, ecco che arriva l'amministrazione fuxia di provenienza campagnola e cosa fà? Dopo aver perso ben 3 anni grattandosi, crea niente popo' di meno che il conta persone! Non ridete, e' vero. Il conta persone sara' il vero colpo da maestro del Sindaco venuto da Spinea che, come fosse una bacchetta magica, risolvera' in un battibaleno questo enorme problema che affligge la citta' e i veneziani tutti.
2018-01-03 12:10:33
Una volta contate le persone pero' ne verrà fuori semplicemente che ce ne sono troppe, quindi oltre a contarle bisogna ridurre il numero - NUMERO CHIUSO SUBITO!! come hanno detto già altri lettori,per visitare Venezia ci vorrebbe un biglietto, ogni giorno dovrebbero essere emessi x biglietti, a capienza esaurita basta, si chiude la città! Forse questo conta persone e' il primo passo in questa direzione? Sarebbe bello se i residenti fossero avvisati e resi partecipi sui piani e propositi del comune a fronte della continua e protratta emergenza invasione turistica - non ne possiamo veramente ma veramente piu' dei turisti...ma come lo dobbiamo dire al sindaco? Se il nostro primo cittadino vivesse a Venezia forse capirebbe cosa intendiamo
2018-01-03 10:47:06
E io pago!... Perché i costi della gestione dei flussi turistici devono gravare sui residenti?!...