Quindicenni scippano anziana all'uscita della messa e scappano: presi

Domenica 26 Luglio 2020 di Nicola De Rossi
Quindicenni scippano anziana all'uscita della messa e scappano: presi
6

MARTELLAGO - Scippatori a quindici anni. Quasi non ci volevano credere l’anziana vittima dell’atto criminoso e i cittadini che li hanno inseguiti bloccandone uno (l’altro, braccato dai carabinieri, alla fine si è “consegnato” spontaneamente) quando si sono trovati di fronte a due fratelli, italianissimi e residenti a Spinea, il più grande dei quali aveva 15 anni, mentre l’altro era (di poco) ancora più giovane. L’episodio di delinquenza minorile si è consumato ieri sera verso le 19.30 lungo via Roma. Una donna di 74 anni, dopo essere stata a messa, stava rincasando in bicicletta lungo la pista ciclabile che costeggia la strada, tratto della Provinciale 36, procedendo in direzione di Maerne, quando all’improvviso, all’altezza del distributore di benzina Noaloil, i due ragazzini, entrambi in sella ad un’unica bici, l’hanno superata da dietro, hanno afferrato la borsa che l’anziana teneva sul cestino e se la sono filata.

Per fortuna la malcapitata non è caduta a terra in seguito allo scossone, ma si è messa a urlare e le sue grida sono state sentite da una coppia di fidanzati che stavano facendo rifornimento alla pompa e da un altro automobilista che stava sopraggiungendo verso Maerne e che ha pure visto tutta la scena. Le due auto con i loro occupanti si sono subito messe all’inseguimento dei due ladri riuscendo a bloccarne uno, il più grande, all’altezza della rotatoria con cui via Roma interseca la variante di Robegano.

L’altro, il più piccolo, se l’è data a gambe a piedi tagliando attraverso l’argine del Rio Storto nascondendosi poi nel vicino campo di pannocchie. Nel frattempo è stato allertato il 112 e sono accorse in loco due pattuglie dei carabinieri di Mestre e di Noale, che hanno preso in consegna il quindicenne e si sono messi a cercare il fratello, che peraltro aveva con sé la borsa: non bastasse, nello zainetto trovato nella bici dei due ragazzi è saltato fuori un tronchese, il che lascia supporre che non fosse proprio una bravata episodica quella commessa dai due. Alla fine, vistosi in trappola, il fuggitivo dopo oltre un’ora è uscito dal suo nascondiglio e si è presentato ai militari.

C’è voluta una bella ramanzina da parte dei carabinieri perché li accompagnasse in mezzo al campo dove aveva occultato la borsa e perché riconsegnasse all’anziana anche i cinquanta euro che mancavano all’appello, sui 70 che la signora teneva nel portafogli. La quale ha già fatto sapere che sporgerà denuncia. 

Ultimo aggiornamento: 09:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA