Il patriarca è tifoso dell'Inter, in dono la maglia nerazzurra

Domenica 13 Giugno 2021
Il patriarca Moraglia con la maglia dell'Inter avuta in dono

VENEZIA - Nel novembre 2012, nove anni fa, pochi mesi dopo il suo ingresso alla guida del Patriarcato di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, tifoso dell'Inter fin da bambino, si vedeva recapitata dal presidente Massimo Moratti, il dono gradito di una maglia dell’Inter personalizzata con il suo nome. Nove anni più tardi, dopo la conquista del diciannovesimo scudetto, Il Patriarca Francesco ha ricevuto la maglia con cui la squadra ha raggiunto il titolo di campione d’Italia. Il numero 10 con la scritta Moraglia. Una piccola sorpresa che l’associazione culturale “Mostra Lido”, presieduta da Luca Pradel, ha pensato per il compleanno del Patriarca di Venezia (il 25 maggio) ma che poi è ritardata di qualche giorno. La consegna è avvenuta in occasione della visita del Patriarca al Lido, a margine dell'inaugurazione della nuova sala polifunzionale della parrocchia di Sant’Antonio “sala Laguna” che sarà utilizzata anche dalla Mostra del cinema il prossimo settembre. Un’occasione per l’associazione Mostra Lido che ha tra le sue finalità quella di promuovere iniziative legate al mondo del cinema, della cultura e dello sport, con attenzione particolare al festival del cinema. Al breve, ma significativo momento di consegna della maglia della F.C. Internazionale, con il Patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia e il suo segretario particolare don Morris Pasian, erano presenti per l’associazione Mostra Lido Luca Pradel, presidente dell’associazione, e alcuni componenti del direttivo, l’avvocato Francesco Mario d’Elia, don Davide Milani, presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo, la “voce” della Chiesa Italiana, nel mondo del cinema, e Lorenzo Mayer, giornalista veneziano che ha coordinato l'incontro. Proprio don Milani, componente dell'associazione “Mostra Lido”, proprio per sancire un legame con il Lido della fondazione che dura tutto l'anno non solo nei dieci giorni del festival, ha lanciato al Patriarca di un gemellaggio tra la sua parrocchia di San Nicolò a Lecco di cui è parroco, e la parrocchia di San Nicolò al Lido dove “riposano” anche alcune preziose spoglie del santo. La maglietta è stata consegnata a monsignor Moraglia da Pradel che si è dichiarato onorato di poter porgere questo dono al Patriarca, nonostante Pradel sia uno dei riferimenti dello Juventus Club del Lido. La passione per il calcio va comunque al di là di ogni colore. Il Patriarca ha molto apprezzato il pensiero ha ringraziato i promotori dell'iniziativa e ha rivelato qualche aneddoto della passione nerazzurra: il Patriarca, genovese di nascita, l'ha ricevuta dalla madre Elena, di origine lombarda. Sempre monsignor Francesco Moraglia ha ricordato che, nel periodo di suo a La Spezia, lo Spezia, squadra di calcio della città, dal fallimento arrivò fino alla Serie B, vincendo anche una Coppa Italia di C e una Supercoppa. Una sorta di “porta fortuna” per la squadra della città della sua diocesi, che si è ripetuto anche quest'anno con la promozione del Venezia Football Club. Per il prossimo campionato l'auspicio è che, almeno una volta, il Patriarca possa essere allo stadio “Pierluigi Penzo” di Sant’Elena per assistere dal vivo a una partita degli arancioneroverdi, magari proprio per Venezia – Inter…!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA