Nuovo Fontego: conto alla rovescia
E non sarà solo lusso estremo...

Domenica 25 Settembre 2016 di Paolo Navarro Dina
6

VENEZIA - Ormai manca solo una settimana. E poi il T-Fondaco dei Tedeschi, dal 1° ottobre prossimo, alle 9.30, sarà una realtà interessante (o ingombrante) secondo i punti di vista. E ancor di più ora l’area realtina diventerà il cuore commerciale di Venezia mentre tutt’attorno la zona è stata profondamente riqualificata almeno dal punto di vista storico-artistico e di recupero edilizio, basti pensare al Ponte di Rialto o a Palazzo Camerlenghi. 
 

 


Di certo, un’operazione importante per il Fontego dei Tedeschi e che conclude un intervento di restauro e riqualificazione, iniziato nel 2009, costato 35 milioni di euro, per un edificio di origine cinquecentesca profondamente modificato nel corso dei secoli, in particolare nei primi anni del Novecento per trasformarlo in Poste Centrali e poi nel 2008 acquistato dalla holding Edizione della famiglia Benetton che poi riuscì ad ottenere dal Comune il cambio di destinazione d’uso a patto che venisse garantita una fruibilità pubblica dell’immobile, non senza protesta e polemiche anche furiose, e una manciata di ricorsi al Tar presentati da Italia Nostra che, però, non hanno scalfito l’operazione...
 

Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 11:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA