Il Canal Grande di Claude Monet all'asta a New York per 50 milioni di dollari

Giovedì 12 Maggio 2022
Il Canal Grande di Monet realizzato durante il soggiorno dell'artista a Venezia

VENEZIA - Il capolavoro «Le Grand Canal et Santa Maria della Salute» (1908) di Claude Monet sarà il top-lot dell'asta di Sotheby's a New York di martedì 17 maggio con una stima di partenza di 50 milioni di dollari. Il dipinto è una veduta scintillante e luminescente del Canal Grande e della chiesa di Santa Maria della Salute ed è una delle più belle opere mai create dall'artista e il culmine della serie dipinta durante il soggiorno veneziano dal maestro dell'Impressionismo. Molte delle tele eseguite da Monet durante il suo viaggio di tre mesi a Venezia nel 1908 si trovano in importanti collezioni di musei internazionali, come il Museum of Fine Arts di Boston e il Fine Art Museums di San Francisco, e la serie di opere è tra le più ricercate e acclamate dell'artista.

«Le Grand Canal» è senza dubbio la più bella di un discreto gruppo di sei tele dipinte dai gradini di Palazzo Barbaro che guardano attraverso e giù per il Canal Grande verso Santa Maria della Salute. Monet e sua moglie Alice si recarono a Venezia nell'autunno del 1908 su invito di Mary Young Hunter, una ricca americana che era stata presentata ai coniugi francesi da John Singer Sargent. Accolto da una cerchia di americani benestanti a Venezia, Monet trascorse il suo tempo a Palazzo Barbaro e al Grand Hotel Britannia, entrambi sul Canal Grande, catturando alcune delle immagini più iconiche della sua carriera. La rappresentazione di Monet delle cupole di Santa Maria della Salute sul Canal Grande, vista dai gradini di Palazzo Barbaro, segna una sorprendente giustapposizione tra le dettagliate rappresentazioni di Venezia degli antichi maestri e le ancora più sontuose e pittoresche vedute del XVIII secolo della famosa città lagunare. La serie di Monet introduce un approccio fresco che cattura finemente lo splendore sempre mutevole della luce sugli antichi edifici della città e l'acqua che li circonda. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci