Miss Italia torna a Jesolo con Elettra Lamborghini, ma è giallo sui costi

Lunedì 15 Novembre 2021 di Giuseppe Babbo
Elettra Lamborghini

JESOLO (VENEZIA) - Quanto l'operazione costi alle casse del Comune, il sindaco Valerio Zoggia non lo vuol dire. Ma quel che è certo è che per la firma finale mancano solo gli ultimi dettagli. Si riaccendono le luci per Miss Italia. Altro che trasferimento a Salsomaggiore, la finalissima del concorso nazional popolare per eccellenza è pronta a tornare a Jesolo. Si tratta dell'epilogo dell'incontro avvenuto nei giorni scorsi tra il primo cittadino, i rappresentanti delle associazioni di categoria cittadine e Patrizia Mirigliani, la patron del concorso, che ha partecipato alla riunione con il proprio legale. Appunto, per delineare i vari aspetti contrattuali. 

IL DIBATTITO

Di fatto un'operazione che ha viaggiato sotto traccia, anche se nelle ultime ore la notizia dell'incontro è rimbalzata un po' in tutta la città scatenando un certo stupore. Del resto l'argomento Miss Italia ha sempre alimentato un forte dibattito e ormai l'evento sembrava non interessare più all'amministrazione comunale. E invece a sorpresa il richiamo del concorso di bellezza si è riacceso, a conferma di una passione mai sopita. A coronare la stagione della ripresa, addirittura con presenze maggiori al 2019 tra luglio e agosto, ora potrebbe arrivare anche Miss Italia. Certo, da definire ci sono ancora gli ultimi aspetti che però dovrebbero concludersi a breve, forse già nelle prossime ore. Non a caso è già stata indicata una data per la finalissima: sabato 18 dicembre. 

Ad essere proposta è anche la location, visto che la volontà è quella di organizzare un evento in presenza da svolgersi come accaduto in passato al PalaInvent, ovvero la stessa sede che ha ospitato già le sette finali jesolane del concorso. E come se non bastasse ad essere indicato è stato anche il nome del possibile conduttore della serata, anzi della conduttrice visto che al sindaco e alle associazioni di categoria è stato presentato il nome della cantante bolognese Elettra Lamborghini, che porterebbe al concorso tutta la sua esuberanza e autoironia. Oltre che tutto il suo seguito nel mondo social. L'evento, infatti, verrebbe intatti trasmesso attraverso i social network, ricalcando un po' l'edizione dello scorso anno, quando l'elezione della più bella d'Italia fu trasmessa in streaming da Roma, utilizzando i canali social del concorso. Senza pubblico e solo alla presenza della giuria. E grosso modo questa dovrebbe essere la modalità prevista anche per quest'anno, ma con il concorso in svolgimento a Jesolo e non più nella capitale. 

IL COLPO

Di fatto un ritorno in città, che ha ospitato sette finali, compresa nel 2019 tramessa su Raiuno in onore degli 80 anni del concorso. Questa volta, invece, non ci sarebbe nessun canale televisivo, salvo sorprese all'ultimo minuto. Ma in ogni caso il ritorno di una manifestazione che rimane tra le più attese a livello nazionale e che il sindaco Zoggia fin dall'inizio del suo mandato ha fortemente voluto portare a Jesolo. E così dovrebbe andare anche per questa edizione, anche se per il momento lo stesso primo cittadino non ha voluto rilasciare nessun commento, riservandosi di farlo nei prossimi giorni. Magari con la volontà di assestare qualche colpo ad effetto anche in vista delle amministrative del 2022, ricordando così di essere stato il sindaco che ha riportato l'evento in città, garantendo comunque un ritorno d'immagine e oltretutto a costi più bassi del passato. 
Eppure vale la pena ricordare che la scorsa estate, quella della tanto attesa ripresa, circostanza che va ricordata ancora e che potrebbe aver influito nell'intera operazione, lo stesso Zoggia aveva rinnovato la disponibilità ma a «costo zero». Allo stesso tempo la patron del concorso aveva sempre detto che Jesolo «è la città della bellezza», oltre che la «casa di Miss Italia». Ed è su questi presupposti che il sogno di conquistare la coroncina più ambita d'Italia, sembra destinato a tornare in Veneto e a Jesolo in particolare. Alla faccia dell'interesse manifestato ad inizio estate dal Comune di Salsomaggiore e dalla Regione Emilia Romagna, che avevano sondato la volontà di un clamoroso ritorno nella città che ha ospitato ben 38 edizioni dello storico concorso.
 

Ultimo aggiornamento: 17:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA