Smistati in altre località del Veneto i migranti della protesta di Cona

Venerdì 17 Novembre 2017 di Alda Vanzan
152

MIRA (VENEZIA) Hanno vinto. I 240 profughi che due giorni fa hanno lasciato la tendopoli di Conetta al grido di Cona no buono ce l'hanno fatta senza neanche arrivare a Venezia. Si sono fermati una notte a Codevigo (dove un loro connazionale è morto investito in bicicletta) e hanno dormito in chiesa. Hanno ripreso la marcia camminando lungo un argine e sono stati bloccati a Bojon. Grazie al patriarca di Venezia che ha fatto aprire le porte di quattro parrocchie di Mira hanno trascorso la notte successiva in patronati e oratori. E ieri, saliti a bordo di due pullman granturismo, tranne alcuni rimasti a Gambarare di Mira, sono stati smistati in tutte le province del Veneto. Padova, Vicenza, Verona, Treviso, Belluno, Rovigo, Venezia. Cona, mai più.
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 15:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA