Cona, la protesta finisce in tragedia: migrante investito e ucciso

PER APPROFONDIRE: cona, migranti, protesta
Cona, la protesta finisce in tragedia:  migrante investito e ucciso
CONA - Finita in tragedia la protesta dei migranti ospiti nella base di Conetta. Un richiedente asilo ieri in tarda serata è stato investito e ucciso mentre stava raggiungendo in bicicletta i compagni in presidio davanti al municipio di Codevigo.

 


La protesta era iniziata già da alcuni giorni  da parte  dei migranti dell'ex base missilistica di Conetta: i richiedenti asilo erano di nuovo in strada, con borse e valigie al seguito, perché in quel posto non vogliono più stare, perché sono stufi di aspettare i tempi della burocrazia, perché vivere ammucchiati in una base sovraffollata non lo sopportano più. E allora oggi, per il terzo giorno da lunedì scorso, hanno deciso di occupare le strade.

LA RIVOLTA DEI MIGRANTI (GUARDA IL VIDEO)
I due fronti della rivolta dei migranti si sviluppano tra Conetta, sede dell'ex base militare adibita a centro di accoglienza, e Codevigo, dove una delegazione ha passato fuori la notte e ancora mantiene un sit in di protesta fronte Romea. Questa mattina alla prima manifestazione di ieri si è aggiunta la contestazione alla base con una vera e propria occupazione. Il personale della cooperativa è uscito per motivi di sicurezza e una seconda delegazione ha incontrato il prefetto di Venezia Carlo Boffi. «Il nostro obiettivo è lasciare Cona, qui non ci vogliamo più stare». «Capisco che questo non sia quello che sognavate venendo in Italia - ha risposto il rappresentante del Governo - ma al momento non abbiamo alternative. Lo Stato ha fatto un grosso sforzo su Cona, investendo 1,6 milioni di euro per l'adeguamento e il potenziamento delle strutture. A giorni trasferiremo fuori dalla base altri 20 migranti, tra cui cinque minori». L'incontro tra il prefetto, il questore di Venezia Danilo Gagliardi e i migranti all'interno della base. La trattativa per arrivare a una conclusione della manifestazione è in atto.
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Novembre 2017, 05:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cona, la protesta finisce in tragedia: migrante investito e ucciso
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 69 commenti presenti
2017-11-17 07:47:36
E pensare che avrebbe potuto morire tranquillamente a casa sua!
2017-11-16 18:37:45
... barchette, solo barchette, tante barchette.. l'ammiraglia per sindaci, preti, coop e prefetti...
2017-11-16 16:46:38
Che figura da chiodi sta facendo il sindaco di Conetta. Il perfetto bon da gnente solo a parlare.
2017-11-16 14:51:30
Odaldelta 13:22:55 : l' amico di Ray Kroc, venditore di frullatori dell'Illinois ...
2017-11-16 13:39:52
@dalmagold 2017-11-16 04:17:43 è vero, ma ormai anche l'artiglieria semovente parolaia spara a salve, se non fa cilecca. Restano i fortini delle leggi, e della ideologia che bisogna con qualche raid o blitz far saltare in gergo militaresco, scompaginare le loro incursioni vedi centri sociali e sindacati..., un M.K buttato lì che però rende l'idea, passare dalla protesta e mugugno all'affermazione del rifiuto in maniera radicale, allargare il canale dell'osmosi tra queste due cose è un obbligo per ogni cittadino responsabile, ciao.