Furbetto del cartellino licenziato, ora l'Arpav lo cita per danno d'immagine

Lunedì 26 Febbraio 2018
38

SAN DONA' DI PIAVE - L'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente del Veneto ha citato davanti alla Corte dei Conti, per danno d'immagine, un dipendente della sede di San Donà di Piave (Venezia) su cui fu avviato un procedimento disciplinare e un'indagine penale, con licenziamento, per aver falsificato gli orari di entrata e uscita dal lavoro. L'ex dipendente aveva impugnato il licenziamento davanti al Tribunale Civile di Venezia, che il 18 dicembre scorso ha rigettato il ricorso, rendendo il licenziamento inoppugnabile. Il reato contestato al dipendente è la falsa presenza in servizio «mediante l'alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza o con altre modalità fraudolente» come prevede il Testo unico sul pubblico impiego.

L'ex dipendente, che ha patteggiato la pena e ha già corrisposto all'Arpav il risarcimento del danno patrimoniale, verrà citato per il danno all'immagine che verrà quantificato dalla Corte dei Conti del Veneto durante l'udienza prevista il 12 aprile prossimo.

Ultimo aggiornamento: 15:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci