Fiamme nel superattico a 5 stelle, danni per mezzo milione di euro

Sabato 18 Dicembre 2021 di Fabrizio Cibin
Il residence

JESOLO - Incendio sulla terrazza dell'attico del Residence Falkensteiner, danni per oltre mezzo milione di euro. Cause da accertare, comunque accidentali, quelle che la notte scorsa, si sono sviluppate all'esterno dell'appartamento al settimo piano dell'elegante struttura a due passi dall'ospedale cittadino.


ANTINCENDIO PROVVIDENZIALE

L'intervento dei vigili del fuoco, immediato rispetto a quando è scattato l'allarme, e l'ottimo impianto antincendio hanno evitato il peggio. La parte interessata dovrà ora essere sottoposta ad un importante intervento di ripristino di tutti i servizi e delle parti strutturali, ma non è stata posta sotto sequestro, per cui, una volta effettuati i rilievi per capire da dove sia partita la scintilla da cui è scaturito l'incendio, potranno essere effettuati i lavori.


CATENA A CINQUE STELLE

Falkensteiner è un'importante catena di hotel e residence a cinque stelle. Qualche anno fa la decisione di investire a Jesolo, puntando subito in alto: è stato progettato dal famoso architetto statunitense Richard Meier con un design d'interni ideato da una star del calibro di Matteo Thun. L'apertura risale al maggio del 2015. Nel 2020 il secondo intervento in piazza Le Corbusier, concluso l'estate scorsa: la realizzazione di un secondo blocco, con due piani di camere a servizio della parte dell'hotel, quindi altri cinque destinati ad appartamenti di gran pregio, 42 in tutto, compreso l'attico del settimo e ultimo piano, di 200 metri quadrati.


FIAMME SULLA TERRAZZA

Ed è in questo secondo blocco, più precisamente nella parte esterna dell'attico, che è accaduto l'incidente. In questi giorni si stavano effettuando degli interventi sulla terrazza dell'appartamento, tutta rivestita di legno pregiato. Appartamento venduto a un noto professionista veneziano, non presente con la famiglia in questi giorni, proprio per i lavori in corso. Gli operai avevano concluso il loro intervento e prevedevano di liberare per oggi la terrazza dalle attrezzature che erano state utilizzate, compresa una sega per palchetti, cui era stato collegato un aspiratore, per raccogliere subito la polvere provocata dall'intervento. Cosa possa essere accaduto, dovranno stabilirlo le indagini dei tecnici dei vigili del fuoco. Quello che è certo è che verso le 5.30 è stato udito un botto, che ha fatto scattare l'allarme: le fiamme, che probabilmente stavano già divorando il rivestimento in legno della terrazza da più di un'ora, avevano fatto scoppiare i vetri di finestre e portefinestre che portano all'ingresso; nessuno se ne era accorto prima, perchè accaduto al settimo piano e fronte mare. Sul posto si sono immediatamente portati i vigili del fuoco che, grazie anche all'ottimo sistema antincendio della struttura, hanno potuto domare subito le fiamme. Gran parte della terrazza è andata seriamente danneggiata, così come dovranno essere sostituiti gli infissi, guaine, coibentazione e varie componenti. Salvo l'appartamento, anche se completamente annerito. Danni che dovrebbero essere di gran lunga superiori al mezzo milione di euro. Si interverrà subito per ripristinare lo stato delle cose.

Ultimo aggiornamento: 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci