Decreto Salvini, prima applicazione in Veneto: due stranieri rimpatriati

PER APPROFONDIRE: decreto salvini, espulsioni, venezia
Decreto Salvini, prima applicazione in Veneto: due stranieri rimpatriati
VENEZIA - Un cittadino tunisino, N.T, di 41 anni, è stato scarcerato dopo una reclusione di un anno e mezzo per spaccio di stupefacenti ed è stato accompagnato stamani direttamente nel paese di origine dalla Squadra Espulsioni della Questura di Venezia, in base al Decreto Salvini. Il nuovo testo prevede la possibilità di detenere amministrativamente un cittadino straniero negli uffici dell'Autorità di Pubblica Sicurezza e negli Uffici della Frontiera, su disposizione del Giudice di Pace, per organizzarne il rimpatrio.

E' questa la prima applicazione in Veneto delle nuove norme previste dal Decreto Salvini, che in 24 ore dalla scarcerazione hanno permesso alla Questura di riportare effettivamente l'immigrato in patria, 

Sempre ieri, e grazie alle stesse nuove norme, l'Ufficio Immigrazione ha proceduto all'espulsione di un cittadino del Kosovo, K.V., 50 anni, irregolare, che aveva chiesto di reiterare domanda di asilo al solo fine di fermare la procedura di espulsione. Prima del Decreto Salvini, infatti, la reiterazione della domanda di protezione internazionale bloccava la procedura di espulsione in attesa della decisione della Commissione territoriale, autorizzando la permanenza dello straniero sul territorio nazionale. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Novembre 2018, 13:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Decreto Salvini, prima applicazione in Veneto: due stranieri rimpatriati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-11-17 10:58:16
Bella conquista, ma ce ne sono migliaia!
2018-11-16 22:21:17
Bene aspettiamo l'espulsione delle altre decine se non centinaia che hanno portato il degrado in zone di Mestre come via Piave, mica vorrete lasciare il boulevard degli hotel in mano a spacciatori e prostitute no? Susu che ce ne è da fare per ripulire questa città.
2018-11-16 20:13:56
pero' se pensiamo che l'anno scorso ne sono arrivati 80000 (piu' o meno come gli anni passati) via mare e quest'anno 20000 fate un po' voi...
2018-11-16 18:28:38
... non solo non li si rimanda a casetta, ma ne arrivano a tutto spiano.. salvini si guarda bene dal dire che qui sono e qui rimmarranno tutti.. la sostituzione etnica promossa dai mondialisti ( onu ) in testa al fine di produrre un mondo di meticci senza radici e forza culturale identitaria deve andare avanti. così è scritto così sarà.. a meno che..
2018-11-16 17:21:21
Speriamo che sia tutto vero quelllo che leggo. Ci sono troppi irregolari che girano per calli e campielli a fermare i passanti con il gesto di aver fame. Imbroglioni che vogliono gli euro per andare a giocarseli nelle sale giochi. E son tutti nigeriani a quel che mi dicono chi lavora nelle strutture d'accoglienza.