Martedì 25 Settembre 2018, 22:40

Morto dopo la visita al Pronto soccorso: la moglie e i parenti nemmeno avvisati

PER APPROFONDIRE: inchiesta, morto, pronto soccorso
Il Pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo a Mestre

di Giacinta Gimma

MESTRE -   tornata a casa alle otto del mattino di domenica, dopo il lavoro, e non ha trovato il marito. Sono cominciate così le ore di angoscia per Domnica Serotila, la moglie di Daniele Rizzardini, 66enne di Marghera, morto nella notte tra sabato e domenica ad una ventina di metri di distanza dall’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale dell’Angelo, dopo essere stato dimesso dai medici.  re trascorse nella ricerca del marito: «Ho pensato subito di raggiungere l’ospedale. Sono arrivata a Zelarino, in autobus, verso le nove. Continuavo a chiamarlo al suo telefono cellulare che suonava a vuoto. Arrivata lì, davanti all’ingresso dell’ospedale - racconta - un uomo ha risposto alla mia telefonata. Stavo per tirare un sospiro di sollievo, sperando che fosse Daniele, in realtà, si trattava
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Morto dopo la visita al Pronto soccorso: la moglie e i parenti nemmeno avvisati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 30 commenti presenti
2018-09-28 01:25:35
Togliamo la sanità alle Regioni
2018-09-27 08:36:53
Altra brutta conferma sulla già disastrata situazione della sanità veneta, checche ne dica il vostro governatore, il melanzana...ciao enrico...ciao.
2018-09-27 06:59:50
Si aspettava risultato esame importante..vietato importunare con telefonate. Finalmente ce ne freghiamo e telefoniamo ad una asegreteria, ci rispondono seccati che quando sara' ora ci chiameranno loro , che diamine. Esaurita la pazienza e con giorni in ansia calmata con benzodiazepine a gogo...veniamo a sape dopoennesima nostra telefonata che l'esito era prontissimo da 15 giorni prima,ma era finito in altro ambulatorio..in mezzo ad un plico di altri.. Altro caso: silegg eilcartello, che dice che i numeri dichiamat anoncorrispondon all'entrat ain ambulatori.Aspett a, aspetta...finalmente si importuna l'infermiera piccata:la mi acartelle era rimast asu un tavolodi astanteria ed ilmedicospecialista se ne stav aandando credendo di aver esaurito la lista. Unica possibilita' e' che il Signore deceduto non avesse documenti, cosa abbastanza frequente.come e' frequente aspettuareche si aqualcunaltro a fare lalprima mossa. Unica scusante la carenza di personale,o sua inadeguatezza causa contratti a termine e scarsa conoscenza dell'italiano.
2018-09-26 20:19:05
Si dica e si scriva qualunque cosa , ma la sanità italiana a causa di tagli imposti dal bilancio imposto dalla folle CE , è peggiorata di brutto , il personale è scarso , mal pagato , se si incappa anche nell'indifferenza ed abitudine a vedere le persone sofferenti in PS , il quadro è chiaro.
2018-09-27 10:10:07
una volta gli chiamavano franchi tiratori , ora si sono evoluti e una persona è capace di sparare 61 dita basse , grazie vuole dire che ci ho azzeccato